Aprire Partita IVA: ecco quello che devi sapere per partire con una marcia in più!

Tutti, almeno una volta nella vita, hanno pensato di aprire partita IVA, anche se spesso non è chiaro il significato di espressioni quali «mettersi in proprio», «avviare un’attività autonoma», «aprire partita IVA» o «diventare imprenditore».

Cambierei solo il titolo. Partita Iva: approfondimenti e novità

E tu? Probabilmente, se stai leggendo questa guida, non ci hai solo pensato… Quanti, invece, si sono fermati anche solo per la difficoltà nel rispondere a queste domande, intrappolati nel marasma delle leggi italiane… e per la paura di trovarsi inondati dalle temutissime cartelle di pagamento…
No! Una cosa è certa, arrendersi non è la soluzione, oggi hai l’opportunità di fare molto di più.

Tre sono le domande che ci vengono poste da chi si accinge ad aprire Partita IVA, ecco le principali:

  • Posso emettere una ricevuta per prestazione occasionale oppure sono tenuto ad aprire Partita IVA?

  • La mia attività rientra nella sfera delle ditte individuali o delle libere professioni?

  • Meglio una partita IVA o una SRL?

Trattasi di questioni cruciali… infatti, dalle risposte a queste domande e da eventuali errori compiuti in questa fase, dipende il successo del tuo futuro business.

In particolare, la scelta tra ditta individuale o libero professionista assume una rilevanza cruciale da diversi punti di vista:

  • Civilistico
    Fondamentale, per esempio, per stabilire se è necessaria l’iscrizione al Registro delle Imprese;

  • Fiscale
    È, infatti, diversa la disciplina applicabile;

  • Previdenziale
    È molto importante in quanto un libero professionista senza cassa verrà iscritto alla Gestione Separata INPS versando in percentuale solo se fattura. Per una ditta individuale, invece, essendo iscritta all’INPS gestione commercianti, è previsto un contributo sul minimale pari a 3.600 euro circa.

Con questa guida forniamo una serie di suggerimenti e consigli utili per chi si appresta ad aprire partita IVA, provando a dissipare i dubbi che attanagliano chi si trova ad intraprendere un nuovo business evitando inutili e costose sanzioni.

Sei o vuoi essere un freelance? Desideri diventare un grafico freelance, un marketer o un professionista del web marketing? Vuoi aprire un e-Commerce?

Leggi la nostra guida per scoprire la risposta alle tue domande, da cosa devo fare per aprire una partita IVA?” passando per “come devo emettere le mie fatture?”, fino a tutti gli altri aspetti contabili e fiscali.

Clicca sulle domande per leggere tutti gli approfondimenti.

  • Libero Professionista o Ditta Individuale?

    Vita da… Freelance! Il web ha aumentato a dismisura l’interesse verso questo tipo di attività, ma qual è la forma giuridica più corretta per la tua attività? La tua attività rientra tra le ditte individuali oppure trattasi di una libera professione? Capire la forma giuridica più appropriata è fondamentale per capire se iscriversi alla Gestione Commercianti INPS versando i contributi fissi oppure se iscriversi nella Gestione Separata dell’INPS versando i contributi in base al fatturato.

  • Partita IVA singola oppure è meglio una SRL?

    Consapevoli che la formula magica non esista e la valutazione di opportunità dipenda da elementi soggettivi da valutare caso per caso, cerchiamo di fornire un’utile guida per chi si appresta ad aprire partita IVA, sia essa individuale o in forma societaria come SRL ad esempio.

  • Partita IVA agevolata per giovani e non solo

    Esiste la partita IVA agevolata? Certo ed è meglio nota come regime forfettario, accessibile però a tutti coloro che hanno i requisiti e non solo ai giovani. Ecco tutti i dettagli sull’unico regime agevolato esistente, il regime forfettario: requisiti, costi e vantaggi.

  • Lavoro dipendente e Partita IVA: è possibile?

    La risposta a questa domanda è affermativa quando trattasi di un lavoratore dipendente di una azienda privata. Per i dipendenti pubblici, invece, è previsto un obbligo di esclusiva con delle eccezioni più  o meno ampie. Vediamo nel dettaglio quando Partita IVA e Lavoro Dipendente possono convivere.

  • Codice AtecoFin: Quale scegliere?

    Una delle domande più frequenti che ci viene posta da chi si appresta ad aprire partita IVA è: ”Quale Codice AtecoFin è più appropriato per la mia attività?” Ecco come identificare il codice ATECO più adatto alla tua attività.

  • Come funziona la NASpI anticipata?

    Sono in disocuppazione, se apro partita IVA perdo l’indennità NASpI? Quali sono i requisiti e come richiedere l’anticipo NASpI? Scopri come fare per ottenere la NASpI anticipata ovvero l’incentivo all’autoimprenditorialità che permette di ricevere in un’unica soluzione tutta l’indennità di disoccupazione con l’obiettivo di favorire le nuove attività per coprire le prime spese necessarie per avviare la propria attività (e che non sono indifferenti!).

  • Regime Forfettario e calcolo delle tasse

    Quali sono le imposte che devono versare i contribuenti forfettari? A quanto ammontano i contributi INPS?  Come si determina il reddito nel Regime Forfettario 2018?

  • Come funzionano i contributi INPS?

    Il versamento dei contributi previdenziali varia a seconda dell’attività svolta, della forma giuridica e di determinati requisiti personali del titolare. In particolare, possiamo suddividere le Partite IVA in 4 macrocategorie:

    • Artigiani;
    • Commercianti;
    • Lavoratori autonomi “senza cassa“;
    • Professionisti con cassa autonoma

    Scopriamo insieme quali sono i contributi previdenziali dovuti per ciascuna categoria.

  • Cosa succede se non fatturo Nulla?

    Ci sono alcuni “costi fissi” che comunque devono essere versati da coloro che decidono di aprire partita IVA,  a prescindere da quello che sarà il fatturato della neo attività.

  • Come si fa una fattura?

    Uno degli aspetti più delicati per coloro che aprono partita IVA riguarda la fatturazione. Cerchiamo di capire insieme che cos’è una fattura, le diverse tipologie, quali dati devono essere contenuti, come compilarla e i software da utilizzare.

  • Ritenuta d’Acconto: Come funziona?

    Devo emettere una fattura: come funziona la ritenuta d’acconto? Ecco come si versa e come si calcola la ritenuta d’acconto sui redditi di lavoro autonomo.

  • Come funziona il bollo sulle fatture?

    La marca da bollo : un’imposta antica e fastidioso sinonimo di burocrazia all’italiana. Ecco i casi in cui è obbligatorio applicarla anche su fattura

  • Fattura Elettronica

    La fatturazione elettronica sarà obbligatoria dal 1° gennaio 2019. Sarà l’unico metodo di fatturazione accettato per le cessioni di beni e servizi sia per i titolari di partite IVA sia per i privati.

  • Come chiudere la partita IVA?

    E se l’attività non funzionasse? Ecco la procedura e i costi per chiudere la partita IVA evitando una inutile valanga di cartelle esattoriali

Ti è stato utile il contenuto di questa pagina?