Di Categorie: Aprire Partita IVAPubblicato il: 10/03/2022Last Updated: 10/03/2022

Spesso ci si domanda quale sia la tassazione affialiate marketing. Dipende! È la risposta che, come spesso accade, deve essere data. Ma da cosa dipende nello specifico? Principalmente dal regime fiscale di appartenenza. Abbiamo deciso di scrivere questo articolo con lo scopo di illustrare in modo chiaro e conciso la tassazione per le attività di affiliate marketing prevista a seconda del regime di appartenenza.

Tassazione affiliate marketing: partiamo dal principio

L’importo delle tasse da pagare è legato alle percentuali specifiche dei Paesi in cui il reddito è prodotto. Questo significa che se decidi di aprire un’attività all’estero, ma di svolgerla in Italia, la tassazione di riferimento sarà quella italiana.
Ma le attività possono produrre il proprio reddito anche in più Paesi, quindi sia in Italia sia all’estero. Come funziona in questi casi? È prevista una tassazione differente per i diversi redditi. Lo stesso principio vale per la tassazione dell’affiliate marketing. Anche se si tratta di un’attività svolta online, è infatti possibile risalire al luogo dove il reddito è stato generato, attraverso per esempio al posto in cui l’utente si è collegato.

Se decidi di svolgere un’attività di Affiliate Marketing in Italia, la tassazione è correlata al regime fiscale di appartenenza. In alcuni casi la percentuale è inferiore rispetto alle altre opzioni: è il caso per esempio del Regime Forfettario.

Tassazione affiliate marketing regime forfettario

Se è vero che la tassazione nel regime forfettario è più bassa, è anche vero che le tasse sono calcolate su un margine imposto.

Nello specifico caso dell’Affiliate Marketing, la tassazione è applicata sul 62% del fatturato al netto dei contributi pagati. I contributi minimi verati dai soggetti che operano con l’affiliate marketing, inoltre, sono gli stessi di un commerciante. Questo perchè chi fa affiliate marketing ha l’obbligo di iscrizione alla Gestione Commercianti INPS. 

NOTA BENE: è possibile richiedere la riduzione dei contributi INPS del 35%. In caso poi di soggetto lavoratore dipendente che svolge anche attività di affiliate marketing, c’è la possibilità di richiedere l’esonero contributivo.

La tassazione nel regime forfettario è pari al 5% o al 15%

Tassazione affiliate marketing ditta individuale o società di persone

In riferimento alla sola tassazione la ditta individuale e la società di persone si equivalgono. Nello specifico viene applicazta la tassazione a scaglioni IRPEF (sai che da gennaio 2022 sono cambiati, vero?! Abbiamo scritto un articolo dedicato alle aliquote IRPEF 2022). 

Le tasse sono calcolate su un margine reale basato sulla differenza tra ricavi e costi. E lo stesso principio vale per lo svolgimento di attività di affiliate marketing. 

Quali sono gli obblighi per avviare un’attività di affiliate Marketing?

Come per tutte le attività di business, anche in caso di affiliate marketing occorre adempiere ad obblighi contributivi e fiscali. Gli step fondamentali da seguire sono:

  • apertura della Partita Iva
  • iscrizione Registro delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio
  • Iscrizione all’INPS (Gestione IVS Commercianti ed Artigiani INPS)

Se vuoi approfondire l’argomento dell’Affiliate Marketing, ti consigliamo di leggere anche un altro nostro articolo, che trovi a questo link


Scarica i nostri eBook gratuiti

Aprire Partita IVA Ebook
Regime Forfettario - Ebook
Come funziona la SRL - Ebook Il commercialista Online
Commenti

Altri approfondimenti