fbpx Skip to content

Tool gratuito calcolo imposte Regime Forfettario

Evita brutte sorprese, inserisci i dati e calcola le imposte e i contributi da versare con il regime forfettario 2016 aggiornato al 2019, anche detto regime dei minimi 2016.

Il tool per il calcolo calcolo è aggiornato con le novità della Legge di Bilancio 2019 e permette di calcolare le imposte dovute anche con il nuovo regime forfettario 2019.

Calcola imposte regime Forfettario

Per calcolare le imposte dovute inserire i dati nel box sottostante e cliccare il bottone “CALCOLA”. 

N.B. per conoscere il settore di appartenenza della propria partita iva forfettaria consultare la tabella in fondo alla pagina. 

Per avere una quadro completo del dovuto occorre calcolare anche i contributi INPS.

Per le ditte individuali è obbligatoria l’iscrizione alla gestione IVS artigiani e commercianti che prevede:

  • il pagamento di contributi dovuti sul reddito minimale stabili per l’anno di riferimento, da versare indipendentemente dal reddito prodotto ovvero € 3.529,06 (3.521,62 IVS + 7,44 maternità) di contributi fissi che coprono un minimale di circa € 15.548 di utile. La Legge di Stabilità 2016 prescrive, per i contribuenti forfettari, l’applicazione del regime contributivo ordinario con una riduzione pari al 35% dei contributi INPS complessivamente dovuti (e quindi contributi fissi sul minimale pari a circa 2.300 euro). L’INPS per l’anno 2018 ha aggiornato il reddito minimale aumentandolo ad euro 15.710 e i contributi fissi sono pari ad euro 3.791,98 (3.784,54 IVS + 7,44 maternità).
  • il pagamento di contributi a percentuale dovuti sul reddito che eccede il minimale, qualora il reddito effettivo dichiarato per l’anno di riferimento sia superiore al reddito minimale; i contributi sono determinati sulla base delle aliquote previste (circa 23%) entro un massimale annuo.

Per i Liberi Professionisti, invece, è prevista lʼiscrizione alla propria Cassa di appartenenza (INARCASSA, Cassa forense, etc.) ovvero, in assenza di una cassa specifica, alla gestione separata Inps. Lʼiscrizione alla gestione separata INPS prevede il versamento di contributi per un importo pari al 25,72% dellʼutile conseguito (ovvero Comprnsi/ricavi – ATTIVITÀ DI IMPRESA ATTIVITÀ DI LAVORO AUTONOMO 25 Costi = Imponibile previdenziale).

Da segnalare che il professionista iscritto alla gestione separata ha la facoltà di inserire in fattura una rivalsa del +4% del suo compenso lordo (quindi possiamo dire che una parte dei contributi previdenziali sono, di fatto, immediatamente pagati dal cliente).

Si riportano di seguito i codici ateco di ogni settore con il relativo coefficiente di redditività.

Tipologia di attivitàCodici ATECOCoeff. di reddit.
Industrie alimentari e delle bevande(10-11)40%
Commercio all’ingrosso e al dettaglio45- (da 46.2 a 46.9) (da 47.1 a 47.7) – 47.940%
Commercio ambulante di prodotti alimentari e bevande47.8154%
Commercio ambulante di altri prodotti47.82 – 47.8954%
Costruzioni e attività immobiliari(41–42–43)–(68)86%
Intermediari del commercio46.162%
Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione(55 – 56)40%
Attività professionali, scientifiche, tecniche, sanitarie,
di istruzione, servizi finanziari ed assicurativi
(64–65–66)–(69–70–71–72–73–74–75)
(85)–(86–87–88)
78%
Altre attività economiche(01–02–03)–(05–06–07–08–09)–(12–13-14-15–16–17–18–19–20–21–22–23–24–25–26-27–28–29–30–31–32–33)–(35)–(36-37–38–39)–(49–50–51– 52–53)–(58–59–60–61–62–63)–(77-78–79–80–81–82)–(84)–(90 – 91 – 92 – 93)–(94 – 95 – 96) – (97 – 98) – (99)

Scarica l'APP

app per Android

app per iOS

Leggi articoli attinenti

Regime Forfettario

popup partita iva agevolata

Regime forfettario?

Scopri come gestire la tua partita iva gratuitamente