Come aprire Partita IVA

Come aprire una Partita IVA: costi, autorizzazioni e adempimenti

Per alcuni tipi attività è richiesta l’iscrizione in appositi Albi Commercialisti, Avvocati, Notai), oppure il possesso di requisiti specifici (impiantisti, parrucchieri, imprese di pulizia, etc.). In altri casi, invece, occorrono autorizzazioni rilasciate da enti terzi (Comune, Regione, etc.), in altri casi, infine, occorre semplicemente aprire partita IVA.

Dunque, per aprire una partita IVA è necessario avere chiaro cosa si vuole realizzare e con chi (da soli o con altri soggetti) e verificare se, per il tipo di attività che si andrà a svolgere, sono necessarie particolari autorizzazioni o abilitazioni.

Per le attività occasionali è necessario aprire partita IVA?

Se l’attività è svolta in maniera del tutto occasionale non è necessaria l’apertura della PARTITA IVA ed è sufficiente emettere una ricevuta per prestazione occasionale. I limiti quantitativi introdotti dalla legge biagi sono stati abrogati nel 2015. Tali limiti prevedevano:
  • durata massima di 30 giorni per la collaborazione con uno stesso committente in uno stesso anno solare, altrimenti diventa abituale e continuativa;
  • importo inferiore a 5.000 per i compensi percepiti da uno stesso committente in un anno solare.
Attualmente quindi è necessario che trattasi di una prestazione effettivamente occasionale senza il coordinamento del committente. Per ulteriori approfondimenti consulta il nostro post “Limiti prestazione occasionale: i dettagli per il 2019

Quando è necessario aprire partita I V A

Occorre procedere con l’apertura aprire partita IVA quando l’attività ha carattere professionale e viene svolta abitualmente, anche se non necessariamente in modo esclusivo o prevalente, ovvero presenta le seguenti caratteristiche:

  • l’abitualità, ovvero, il porre in essere la propria attività con regolarità, stabilità e sistematicità;
  • la professionalità, ovvero l’effettuazione costante di una serie di comportamenti il cui manifestarsi e ripetersi è interpretato dai terzi come segno dell’esercizio di un’attività.

Non è necessario che l’attività professionale sia l’occupazione principale del soggetto, è sufficiente che sia esercitata in modo abituale.

Per ulteriori approfondimenti consulta il nostro post “7 step per capire quando aprire partita IVA” >>>  Vai all’articolo

Step per aprire la partita IVA

Quando si apre partita IVA è necessario scegliere:

Dove aprire una partita IVA?

In linea di massima, aprire partita IVA non comporta il sostenimento di costi iniziali, in quanto occorre semplicemente presentare la richiesta presso il competente Ufficio dell’Agenzia delle Entrate mediante la compilazione dell’apposito modello AA9 (persone fisiche),  AA7 (società) o Anr (soggetti non residenti). Il modello in oggetto può essere presentato direttamente dal richiedente ovvero tramite un professionista incaricato.

Attenzione, in fase di apertura partita IVA, occorre scegliere il codice ATECOFIN più appropriato e valutare se, ad esempio, in caso di persona fisica, si vuole aprire partita IVA agevolata adottando il regime agevolato forfettario 2019.

Fondamentale nella fase di start-up di qualsiasi attività, sia di una persona fisica che di una società, è il corretto inquadramento del nuovo business, in quanto solo in questa fase risulta possibile effettuare determinate scelte (ad esempio ditta individuale o libero professionista, società di persone o di capitali), evitando l’aggravio di ulteriori oneri fiscali e/o contributivi che con una consulenza specializzata possono essere evitati o ridotti. Pertanto, può essere comodo e utile farsi seguire da un professionista esperto, che possa poi occuparsi in futuro anche della gestione contabile della nuova attività.

Quanto costa aprire partita IVA?

Il costo apertura p.IVA, o più in generali i costi relativi alla fase di startup sono strettamente connessi alla forma giuridica che si sceglie. Per maggiori informazioni sui costi e sulle procedure per la costituzione delle diverse forme giuridiche, consultare gli approfondimenti contenuti nei rispettivi link:

Tutto chiaro fin qui?

Se desideri subito avere ulteriori informazioni su come aprire partita I V A, quanto costa aprire una partita IVA e su come inquadrare il tuo nuovo business, puoi consultare il nostro Ebook gratuito dedicato alle partite IVA