Google Adsense: partita iva si o no?

Google Adsense: partita IVA si o no?

Print Friendly, PDF & Email

Ho ricevuto un pagamento da Google, come devo dichiararlo? Devo compilare il modello INTRASTAT? Come e quando devo dichiarare i profitti derivanti da un sito internet?

Ecco una delle domande che più di sovente ci viene posta e tutte le risposte che cercavi sui guadagni online.

Chi gestisce un sito web, oppure un blog che contiene al suo interno banner pubblicitari o altre forme di advertisement, si sarà sicuramente chiesto se i guadagni che ha percepito devono essere comunicati al Fisco, ma soprattutto si sarà chiesto cosa fare e se deve aprire partita IVA.

Partita IVA si o no? E’ obbligatoria l’apertura?

La risposta a questa domanda è decisamente “sì”. Infatti, per guadagnare con i banner pubblicitari o Google AdSense, è obbligatorio aprire partita IVA in quanto i banner pubblicitari sono considerati un’attività continuativa e non occasionale, a prescindere dall’importo (il famoso tetto dei 5.000 euro non è applicabile in questo caso).

Qual è il codice attività ATECOFIN da utilizzare?

Il codice attività ATECOFIN più appropriato da utilizzare è il “73.11.02 – Conduzione di campagne di marketing e altri servizi pubblicitari”, oppure il “73.12.00 – Attività delle concessionarie pubblicitarie”.

In sede di apertura della partita IVA, per coloro che rispettano determinati requisiti, è possibile optare per il regime agevolato forfetario.

Quanto costa iscriversi alla Camera di Commercio?

Per svolgere l’attività di web marketing o simili è necessario iscriversi al Registro Imprese tenuto dalla Camera di Commercio compilando la comunicazione ComUnica e versando circa 35 euro tra diritti e bolli oltre il diritto camerale annuale di euro 57.

Occorre iscriversi all’INPS?

Contemporaneamente all’iscrizione in Camera di Commercio occorre iscriversi alla Gestione Commercianti e Artigiani INPS versando i contributi annuali sul minimale pari ad euro 3.600 circo. Attenzione, per coloro che optano per il regime forfetario, è possibile richiedere la riduzione contributiva del 35% introdotta dalla legge di stabilità 2016.

I lavoratori dipendenti devono versare i contributi fissi due volte?

Per i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato con contratto full time ovvero con un contratto part- time di almeno 26 ore lavorative settimanali che avviano una nuova attività d’impresa sono esonerati dall’iscrizione alla Gestione commercianti dell’INPS fintanto che l’attività prevalente è quella di lavoro dipendente sia in termini di tempo che in termini reddituali.

Come va emessa la fattura?

Occorre emettere una fattura riepilogativa mensile, se ad esempio relativamente ai guadagni Adsense, va emessa senza IVA, riportando invece la dicitura: “Operazione soggetta all’inversione contabile o VAT reverse charge in base all’art. 7-ter del DPR 633/72 assolta dal destinatario, Google Ireland, in conformità all’art 196 della Direttiva 2006/112/CE del Consiglio dell’Unione Europea e della Direttiva 2008/8/CE” e inviata a:

Google AdSense Payments – VAT

Gordon House

Barrow Street, Dublin 4

Irlanda

VAT ID: IE 63 88047V

Per effettuare le operazioni INTRA si è tenuti all’iscrizione nel registro VIES?

Al fine di effettuare operazioni intracomunitarie, i titolari di partita IVA devono essere iscritti nell’archivio Vies (VAT information exchange system).

L’iscrizione va effettuata direttamente nella dichiarazione di inizio attività oppure, successivamente, telematicamente.

Cosa devo fare per presentare il modello INTRASTAT?

I titolari di partita IVA che effettuano operazioni intracomunitarie, devono presentare:

  • l’elenco riepilogativo delle operazioni effettuate nei confronti di soggetti passivi stabiliti in un altro Stato membro della Comunità europea relative a cessioni di beni o prestazioni di servizi;
  • l’elenco riepilogativo delle operazioni di acquisto da soggetti passivi stabiliti in un altro Stato membro della Comunità europea.

Con il regime dei minimi è possibile effettuare operazioni INTRA?

Occorre precisare che i guadagni provenienti da Google Adsense ovvero da altri operatori comunitari, non costituendo cessioni all’esportazione, non precludono l’accesso a regimi fiscali agevolati.

Per  ulteriori chiarimenti o per affidare a noi la gestione della tua contabilità, compila il form sottostante: saremo lieti di rispondere ai tuoi quesiti e dirimere i tuoi dubbi.

Nome *

E-mail *

Messaggio *

Cliccando sul pulsante invia, si autorizza Lo Studio Vernieri Cotugno al trattamento dei dati personali nel rispetto del Dlgs 196/2003, in conformità a quanto indicato nella sezione Privacy.

Facebook Comments
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*