Nonostante i problemi tecnici riscontrati nell’utilizzo dell’App, l’8 dicembre è iniziato il periodo dedicato all’extra cashback di Natale. I cittadini che decidono di partecipare all’iniziativa del governo, riceveranno un rimborso sugli acquisti effettuati nel corso del mese di dicembre per mezzo di carte di credito, debito bancomat e Satispay.
Ecco una breve guida riepilogativa per comprendere bene il funzionamento dell’extra cashback di Natale.

Che cos’è l’extra cashback di Natale?

Per incentivare l’utilizzo dei pagamenti tracciabili come carte di credito, debito e app di pagamento, il Governo ha ideato il Piano Italia Cashless, di cui fa parte anche l’iniziativa dell’extra cashback di Natale. 

Attivo dall’8 al 31 dicembre 2020, permette ai consumatori privati che nel suddetto periodo effettuano almeno 10 acquisti pagando con carta di credito, carta di debito e prepagate o app di pagamento, di ricevere un rimborso pari al 10% della spesa effettuata, ma fino a un massimo di 150 euro. L’importo del rimborso sarà poi accreditato direttamente sul conto corrente personale entro la fine di febbraio 2021.

I punti fondamentali dell’extra Cashback di Stato di Natale

Questi sono i principali aspetti da tenere a mente e da conoscere sul funzionamento del cashback di Natale. 

  1. i cittadini aderenti all’iniziativa promossa dal Governo devono essere maggiorenni e residenti in Italia
  2. occorre effettuare un minimo di 10 transazioni regolate con strumenti di pagamento elettronici nel periodo compreso tra l’8 e il 31 dicembre 2020
  3. il rimborso a cui si ha diritto corrisponde al 10% della quota di ogni transazione. Il singolo pagamento può avere un valore massimo pari a 150 euro, il cui rimborso corrisponde a 15 euro. Somme superiori a 150 euro concorreranno fino all’importo di 150 euro
  4. il valore totale delle transazioni valide ad ottenere l’extra cashback di Natale nel periodo 8-31 dicembre 2020 non deve essere superiore a 1.500 euro
  5. il rimborso sarà accreditato su proprio conto corrente entro la fine di febbraio 2021

Come registrarsi al programma Cashback di Stato

La partecipazione all’iniziativa promossa dal Governo è su base volontaria. I cittadini possono aderire al Programma Cashback mediante due modalità:

  1. App IO
  2. registrazione mediante altri sistemi messi a disposizione dagli Issuer Convenzionati, cioè dai soggetti che emettono gli Strumenti di Pagamento elettronici che si possono scegliere per partecipare all’iniziativa e che hanno sottoscritto una convenzione con PagoPa S.p.A. 

NOTA BENE: chi aderisce tramite Issuer Convenzionato partecipa al programma di Cashback limitatamente alle transazioni eseguite con lo strumento di pagamento elettronico emesso da quello stesso Issuer e attivato con fini Cashback. La registrazione, invece, mediante l’App IO permette di utilizzare differenti carte di credito, debito o strumenti di pagamento emessi da più e diversi soggetti (compresi gli Issuer). 

Come impostare l’App IO

Per utilizzare l’App è necessario scaricare la stessa da Google Play (se in possesso di dispositivi con sistema Android) o dall’Apple Store (se in possesso di dispositivi con sistema iOS).

Al fine di procedere con la registrazione e l’attivazione del proprio account, inoltre, è necessario essere in possesso del codice SPID o della Carta d’Identità elettronica (CIE).

Ultimata la fase iniziale di registrazione, occorre accettare l’informativa sulla privacy e scegliere un codice di sblocco personale composto da 6 cifre o, in alternativa, prediligere l’accesso tramite impronta digitale. Successivamente, occorre seguire la procedura guidata per l’inserimento degli altri dati richiesti. 

La voce Cashback si trova nella sezione portafoglio – bonus e sconti. Da qui sarà poi possibile registrare le proprie carte di credito e debito o le app di pagamento di terzi come Satispay. 

ATTENZIONE: il programma Extra Cashback di Natale ha preso avvio l’8 dicembre presentando numerosi problemi tecnici che risultano ancora ad oggi in fase di risoluzione. 

Esempio di calcolo del rimborso Extra Cashback di Natale

Vediamo insieme un esempio concreto di rimborso previsto dal cashback di Stato. 

Ipotizziamo che nel periodo 8-31 dicembre 2020 un consumatore privato esegua acquisti pagando con carta di credito o debito per un totale di 1.200 euro, così ripartiti:

  • 250 euro dentista
  • 400 euro lavastoviglie
  • 50 euro macellaio
  • 40 euro pasticceria
  • 180 euro supermercato
  • 100 euro negozio di giocattoli
  • 100 euro profumeria
  • 50 euro lavanderia
  • 15 euro cartoleria
  • 15 euro negozio piante

Avendo eseguito almeno 10 transazioni, il soggetto ha diritto a ottenere il rimborso Cashback di Stato di Natale.
L’importo totale del rimborso è pari a 80,50 euro. Tale somma deriva dal totale dei rimborsi spettanti per ogni singolo acquisto effettuato. 

Il calcolo è il seguente:

  • 250 euro dentista | rimborso di 15 euro (ossia il 10% di 150 euro)
  • 400 euro lavastoviglie | rimborso di 15 euro (ossia il 10% di 150 euro)
  • 50 euro macellaio | rimborso di 5 euro (ossia il 10% di 50 euro)
  • 40 euro pasticceria | rimborso di 4 euro (ossia il 10% di 40 euro)
  • 180 euro supermercato | rimborso di 15 euro (ossia il 10% di 150 euro)
  • 100 euro negozio di giocattoli | rimborso di 10 euro (ossia il 10% di 100 euro)
  • 100 euro profumeria | rimborso di 10 euro (ossia il 10% di 100 euro)
  • 50 euro lavanderia | rimborso di 5 euro (ossia il 10% di 50 euro)
  • 15 euro cartoleria | rimborso di 1,5 euro (ossia il 10% di 15 euro)

NOTA BENE: il rimborso è pari al 10% su un importo massimo di spesa per singola transazione pari a 150 euro e nel periodo di riferimento (8 dicembre – 31 dicembre 2020) il rimborso massimo erogabile non potrà essere superiore a 150 euro.

 


https://youtu.be/zkNcTD9sTxo

Scarica la nostra APP

Prova il nostro software

Fattura elettronica con il Commercialista Online

Scarica i nostri eBook gratuiti

Costi aprire la partita iva 2020
Partita iva agevolata 2020 - Regime Forfettario 2020

Commenti

Altri approfondimenti