F24 in ritardo: cosa funziona il ravvedimento operoso?

f24 in ritardo
 
(Last Updated On: 22 Marzo 2019)

A grande richiesta torniamo sui versamenti tardivi degli F24, su come è possibile sanarli evitando salatissime sanzioni, e sulle novità della Legge di Stabilità 2017 per il ravvedimento operoso.

Cos’è il ravvedimento operoso?

Il ravvedimento operoso è la regolarizzazione “spontanea” di tributi non saldati alla data dovuta, tramite il quale è possibile sanare i versamenti delle imposte attraverso il pagamento di una sanzione ridotta.

Quali tributi possono essere sanati con il ravvedimento operoso?

I principali tributi che possono essere regolarizzati sono i seguenti:

  • imposte dovute in base alla dichiarazione dei redditi (IRPEF, IRES, IRAP, Addizionali…);
  • ritenute alla fonte operate dal sostituto di imposta;
  • IVA – imposta sul valore aggiunto (IVA);
  • imposta di registro (nelle locazioni quella dovuta per le annualità successive alla prima);
  • imposta ipotecaria e imposta catastale.

Quali soggetti possono ricorrere al ravvedimento e quando?

Possono ricorrere al ravvedimento operoso tutti i contribuenti. Fino alle modifiche introdotte dalla legge di Stabilità per il 2015, il ravvedimento operoso poteva essere effettuato entro determinati limiti e comunque occorreva che si verificassero le condizioni per le quali:

  • la violazione non fosse già stata constatata e notificata a chi l’avesse commessa;
  • non fossero iniziati accessi, ispezioni e verifiche;
  • non fossero iniziate altre attività di accertamento formalmente comunicate all’autore.

Attualmente, il ravvedimento è inibito solo dalla notifica degli atti di liquidazione e di accertamento (comprese le comunicazioni da controllo automatizzato e formale delle dichiarazioni).

In ogni caso, il pagamento e la regolarizzazione non precludono l’inizio o la prosecuzione di accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di controllo e accertamento.

Come regolarizzare il ritardato pagamento F24?

Gli errori, le omissioni e i versamenti carenti o tardivi possono essere regolarizzati eseguendo spontaneamente il pagamento:

  • dell’imposta dovuta;
  • degli interessi, calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito;
  • della sanzione in misura ridotta.

Quali sono le sanzioni applicabili con il ravvedimento operoso?

La sanzione ridotta dovuta per il ravvedimento operoso è pari a:

TERMINE ENTRO CUI EFFETTUARE IL VERSAMENTOSANZIONE SENZA RAVVEDIMENTORIDUZIONE PER RAVVEDIMENTO
entro 14 giorni dalla scadenza15%0.1% per ogni gg di ritardo
dal 15mo al 30mo giorno dopo la scadenza15%1,5%
dal 31mo al 90mo giorno dopo la scadenza15%1,67%
dal 91mo giorno fino alla scadenza della dichiarazione30%3,75%
entro il termine di presentazione della dichiarazione successiva30%4,29%
oltre la scadenza del modello redditi successivo30%5%

Come effettuare il versamento?

Per i versamenti occorre utilizzare:

  • il modello F24, per le imposte sui redditi, le relative imposte sostitutive, l’IVA, l’IRAP e l’imposta sugli intrattenimenti;
  • il modello F23, per l’imposta di registro e gli altri tributi indiretti;
  • l’F24 Elide per tributi, sanzioni e interessi connessi alla registrazione dei contratti di locazione e affitto di beni immobili.

Gli interessi devono essere indicati nel modello F24 utilizzando gli appositi codici tributo. Quelli sulle ritenute vanno invece versati dai sostituti d’imposta sommandoli al tributo.

Anche per le sanzioni sono stati previsti appositi codici da riportare sul modello di versamento (elenco completo dei codici).

Occorre regolarizzare anche l’F24 a saldo zero?

Anche quanto il modello F24 presenta un saldo pari a zero, per effetto di ;una compensazione orizzontale si deve presentare o inviare a scadenza il modello per permettere agli Enti interessati delle compensazioni operate e all’Agenzia delle Entrate di attribuire le somme spettanti a ciascuno. Di conseguenza, anche la presentazione del modello F24 a zero in ritardo va regolarizzata in questo modo:
a) presentazione del modello F24, entro il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all’anno in cui è stata commessa la violazione;
b) versamento di una sanzione ridotta, pari a:

  • 5,56 euro (1/9 della sanzione di € 50) se il ritardo non è superiore a 5 giorni;
  • 11,11 euro (1/9 della sanzione amministrativa di € 100) se il ritardo è compreso tra 6 e 90 giorni;
  • 12,50 euro (1/8 della sanzione amministrativa di € 100) se il modello è presentato entro un anno dall’omissione.

Per scoprire cosa fare quando non si presenta un modello F24 a saldo zero consulta il nostro post di appprofondimento Come rimediare ad un F24 a zero non presentato?

Come si calcolano gli interessi

Con Decreto del 7 dicembre 2016 il Ministero delle Economie e delle Finanze ha ridotto il tasso degli interessi legali dallo 0,2% del 2016 allo 0,1% del 2017: parliamo del tasso su cui vengono calcolati gli interessi di mora che si aggiungono alla sanzione.

Pertanto il contribuente che vuole sanare una violazione utilizzando lo strumento del ravvedimento operoso dovrà calcolare gli interessi al tasso legale dello 0,2% fino al 31 dicembre 2016 e allo 0,1% dal 1 gennaio 2017.

Hai provato la nostra APP per creare le tue fatture in pochi click?
PROVA GRATIS la nostra APP per emettere le tue fatture, anche elettroniche, e per averle sempre e ovunque disponibili.
PROVA GRATIS per 30 giorni: per te il nostro supporto è GRATUITO!


Facebook Comments

Post consigliati

19 Commenti

  1. Avatar for Laura

    Ho la scadenza di una rata dell’F24 a fine ottobre e una a fine novembre. Se non riesco a pagarla in tempo ma dopo 15 gg posso pagarla comunque in posta?

    • Avatar for Vernieri Cotugno Dott.ssa Michela

      Gentile Laura,
      per pagarla dopo 15 gg occorre il ravvedimento. Consideri però che se ad esempio trattasi di prima rata di un avviso bonario il ritardato pagamento comporta la decadenza. Cordialità

  2. Avatar for Antonio

    Mi è scaduta la seconda rata di tre con scadenza 27 ottobre di 330 euro, oggi é festa. Pagandola domani quindi con 6 giorni di ritardo a cosa vado incontro? Possono risolvere alle poste senza andare all’agenzia delle entrate?

    • Avatar for Vernieri Cotugno Dott.ssa Michela

      Gentile Antonio,
      deve calcolare la sanzione con il ravvedimento operoso e poi versare per evitare l’irrogazione di una sanzione massima.
      Cordialità

  3. Avatar for Luca

    Buongiorno. Il 30 novembre è scaduto il termine per il versamento dell’acconto IRPEF. Avevo generato l’f24 con il software Redditi Persone Fisiche: per effettuare il pagamento con ravvedimento devo generare un nuovo f24 con il medesimo software aggiungendovi anche la sanzione e gli interessi?
    Vi ringrazio in anticipo,

    Luca

    • Avatar for Vernieri Cotugno Dott.ssa Michela

      Salve Luca,
      occorre aggiungere sanzioni ed interessi.
      Cordialità

  4. Avatar for paolo

    Buonasera. nel 2016 non ho potuto versare gli acconti irpef di novembre. puntuale mi è arrivata la relativa sanzione ridotta di un terzo. purtroppo il 14.12.2017 sono scaduti i termini dei 30 gg. Posso versare nei prossimi giorni con il ravvedimento oppure qualche altra normativa valida per non ottenere la sanzione massima?. grazie per il contributo e buon lavoro

    • Avatar for Vernieri Cotugno Dott.ssa Michela

      Gentile Paolo,
      al momento può solo pagare l’intera sanzione.
      Cordialità

  5. Avatar for Ingrid

    Buonasera, non ho pagato la denuncia di reditte in 30 novembre 2017, con somma di 481 euro, per la mancanza di soldi. Vorrei andare a pagare questi giorni alla posta con lo stesso formulare. Come posso sapere quale è la somma totale con la sanzione? Grazie mille. Buon anno

    • Avatar for Vernieri Cotugno Dott.ssa Michela

      Gentile Ingrid,
      dovrebbe aggiungere all’F24 la sanzione calcolata con il ravvedimento operoso.
      Cordialità

  6. Avatar for Lucrezia

    Per il mancato pagamento dell ‘F24 per successione tardiva. Come si procede per pagarla?

  7. Avatar for Laura

    Mi scade il 30 maggio un f24 da 300 euro ma son certa che slitterò di una settimana per il pagamento. Come faccio a calcolare il ravvedimento? 0,1% per ogni giorno di ritardo? E come mi genero un altro f24 per poter fare il ravvedimento? devo andare da un commercialista? grazie attendo

  8. Avatar for Stefania

    Ho pagato un F24 in ritardo di 5 giorni. Ad un mese di distanza dal pagamento mi chiedo se debbo sanare il ritardo di pagamento.
    Saluti

    • Avatar for Vernieri Cotugno Dott.ssa Michela

      Certo Stefania, ma la sanzione dipende dal tributo pagato. Saluti

  9. Avatar for Emanuela

    Buongiorno. Ho pagato oggi con ritardo di un giorno, scadeva ieri, un F24 pari a 458,53 euro. Di quanto sarà la “sanzione” (non so come definirla) che mi arriverà per il tardivo pagamento? Posso pagarla io già ora o mi arrivera’ a casa? Grazie per la gentilezza
    Buona giornata

    • Avatar for Vernieri Cotugno Dott.ssa Michela

      Gentile Emanuela,
      la sanzione varia in base ai tributi versati. Le consiglio comunque di fare il ravvedimento sprint in quanto versando una cifra irrisoria evita qualsiasi sanzione successivamente.
      Cordialità

      • Avatar for Emanuela Trapasso

        Gentile dottoressa. Il ravvedimento sprint si può fare anche per gli F24 Inps? Mi era stato detto che non era possibile per l’INPS…

        • Avatar for Vernieri Cotugno Dott.ssa Michela

          Salve Emanuela,
          per l’inps no. In tal caso deve versare gli interessi per ritardato versamento.
          Cordialità

  10. Avatar for Barbara

    Buona sera, la terza rata dell inps con scadenza 16/11/18 non L ho pagata ora pago quella in scadenza il 16/2/19 ma X L altra posso fare il ravvedimento operoso? Devo rifare il f24? Grazie


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *