Scadenze tasse settembre 2019

scadenze tasse settembre 2019
 
(Last Updated On: 30 Agosto 2019)

Agosto è ormai agli sgoccioli e il periodo di ferie è al termine. Con il nuovo mese alle porte, vogliamo ricordare tutte le scadenze tasse settembre 2019. Queste riguardano adempimenti fiscali importanti per tutti: imprese, società, sostituti d’imposta, professionisti.
In alcuni casi, le scadenze fiscali sono soggette ad anticipazioni e proroghe, è pertanto consigliato consultare sempre il sito dell’Agenzia delle Entrate alla voce scadenziario fiscale ufficiale.

Il lungo elenco delle scadenze tasse settembre 2019

Al fine di non incorrere in sanzioni di insufficiente, ritardato o omesso versamento o di tardiva o mancata comunicazione e dichiarazione entro le date prefissate, è bene tenere a mente lo scadenziario fiscale ufficiale. I soggetti interessati sono rappresentati da società, imprese, professionisti e sostituti d’imposta. Tra le principali scadenze tasse settembre 2019, ricordiamo l’imposta di registro, la liquidazione IVA, il bollo virtuale, il versamento delle imposte da Unico. I bonus premi di produzione, il versamento dello split payment PA, l’esterometro.

Data per data, le scadenze fiscali settembre 2019

Bollo virtuale: 2 settembre 2019

Tutti i contribuenti che sono autorizzati ad assolvere l’imposta di bollo virtuale sono chiamati a versare la quarta rata bimestrale in riferimento alla dichiarazione presentata entro il 31 gennaio dell’anno in corso. Il codice tributo di riferimento da indicare sul modello F24 è il 2505.

Imposta di registro contratti d’affitto: 2 settembre

Coloro i quali si trovano ad essere titolari di contratti di affitto e locazione, stipulati o rinnovati a partire dal primo agosto 2019, sono tenuti a versare l’imposta di registro attraverso il modello F24 elide.

Iva Intracomunitaria: 2 settembre

Gli Enti non commerciali e gli agricoltori esonerati sono tenuti a liquidare e versare l’IVA imputabile agli acquisti intracomunitari registrati nel mese di luglio mediante il modello F24.

Versamenti dei redditi per persone fisiche: 2 settembre

Tutte le persone fisiche non titolari di partita iva e che hanno optato per il pagamento rateale e che hanno effettuato il primo versamento entro il primo luglio, sono tenute al versamento della terza rata delle imposte dovute applicando gli interessi allo 0,65%. Coloro i quali hanno usufruito della maggiorazione dello 0,40% si tratta di scadenza della seconda rata e gli interessi sono pari allo 0,33%.

Ritenute bonifici poste e banche: 16 settembre

Devono essere effettuate le ritenute sui bonifici del mese di agosto eseguiti dai contribuenti al fine di beneficiare delle detrazioni fiscali bonus ristrutturazioni, ecobonus, sismabonus, bonus verde e simili.

Versamenti da parte degli Enti pubblici: 16 settembre

Ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati e sui redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese di agosto. In aggiunta alle addizionali comunale e regionale di norma trattenute ai lavoratori dipendenti e ai pensionati a seguito della cessazione del rapporto di lavoro.

Comunicazione liquidazioni periodiche iva: 16 settembre

I soggetti passivi iva sono obbligati a inviare per via telematica la comunicazione liquidazioni periodiche iva eseguite nel secondo trimestre del 2019.

Split payment PA e versamento dell’iva: 16 settembre

Le Pubbliche Amministrazioni sono chiamate a versare per via telematica l’iva dovuta a seguito di scissione dei pagamenti attraverso modello F24.

Tobin Tax: 16 settembre

Si tratta dell’imposta sui trasferimenti di proprietà di azioni e di altri strumenti finanziari partecipativi.

5 per 1000: 30 settembre

Termine ultimo per la regolarizzazione delle iscrizioni per gli enti di volontariato.

Addizionale bollo auto: 30 settembre

Ultimo data utile per procedere con il pagamento del superbollo auto lusso 2019 per coloro i quali avevano in scadenza il bollo in data agosto 2019.

Imposta sostitutiva e affrancamento partecipazioni: 30 settembre

Tutti gli esercenti per le cui attività economiche sono stati approvati gli ISA, devono versare in un’unica rata l’imposta sostitutiva di Irpef, Ires e Irap con aliquota del 16% e senza alcuna maggiorazione.

Dichiarazioni Gruppo Iva: 30 settembre

Coloro i quali desiderano esercitare l’opzione o procedere con la revoca, per il Gruppo Iva con effetto a decorrere dal primo gennaio dell’anno successivo.

Redditi persone fisiche: presentazione tardiva del modello cartaceo 2019

Il 30 settembre è l’ultimo giorno utile per sanare l’omessa presentazione del modello Unico cartaceo.


Facebook Comments

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *