Finanziamenti Agevolati 2018 per aprire partita IVA

Print Friendly, PDF & Email
(Last Updated On: 12 settembre 2018)

Bonus 2018

Si chiama “Nuove imprese a tasso zero” l’incentivo di Invitalia per i giovani e le donne che decidono di aprire partita IVA. Scopriamo insieme uno dei finanziamenti agevolati 2018.

Il bando di Invitalia “Nuove imprese a tasso zero” è l’incentivo per donne e under 36 che vogliano avviare un nuovo business o che l’hanno già avviato da meno di 12 mesi. Il finanziamento è valido in tutta Italia e consiste nel finanziamento a tasso zero di progetti d’impresa con spese fino a 1,5 milioni di euro che può coprire fino al 75% delle spese totali ammissibili. Ma a chi si rivolgono i finanziamenti agevolati 2018?

Chi può richiedere il finanziamento per aprire partiva IVA?

Nuove imprese a tasso zero è rivolto alle imprese composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni o da donne di tutte le età, in tutta Italia.

Le imprese devono essere costituite in forma di società da non più di 12 mesi, rispetto alla data di presentazione della domanda. Anche le persone fisiche possono richiedere i finanziamenti, a condizione che costituiscano la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.

Più precisamente, affinché possano beneficiare dell’incentivo, le nuove imprese devono rispettare alcuni parametri.

  • Essere costituite in forma societaria, ivi incluse le società cooperative (sono quindi ammesse le società di persone, le società di capitali, comprese le unipersonali, e le società cooperative, incluse le cooperative sociali, che esercitano in via esclusiva o principale attività economica in forma di impresa). Restano escluse le ditte individuali, le società semplici e le società di fatto.
  • Essere costituite da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione.
  • Avere una compagine societaria composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni oppure da donne.
  • Essere micro imprese o imprese di piccola dimensione, secondo la classificazione contenuta nel regolamento GBER nonché nel decreto del Ministro delle attività produttive 18 aprile 2005.

Quali sono i requisiti necessari per accedere ai finanziamenti agevolati 2018 per aprire partita iva?

Ai fini dell’accesso alle agevolazioni Nuove imprese a tasso zero, le imprese devono avere alcuni requisiti.

  • Essere regolarmente costituite ed essere iscritte nel Registro delle imprese.
  • Essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali.
  • Non rientrare tra le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione Europea.

Il possesso dei requisiti deve essere dimostrato alla data di presentazione della domanda di agevolazione nel caso di imprese già costituite alla predetta data, ovvero entro 45 giorni dalla  comunicazione di ammissione.

Quali le iniziative ammesse dal bando Nuove imprese a tasso zero?

Non tutte le attività d’impresa possono beneficiare dei finanziamenti agevolati 2018. Risultano finanziabili soltanto quelle appartenenti ad alcuni  settori.

Sono agevolabili i progetti di spesa inferiori a € 1.500.000 che riguardano le attività di impresa che rientrano in specifici settori. Scopriamoli insieme.

  • Produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli.
  • Fornitura di servizi, in qualsiasi settore.
  • Commercio e turismo.
  • Attività riconducibili anche a più settori di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile, riguardanti:
    • la filiera turistico-culturale, intesa come attività finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza;
    • l’innovazione sociale, intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative.

Quali sono le spese ammissibili ai finanziamenti agevolati 2018?

Sono finanziabili le spese necessarie alla realizzazione del progetto di investimento sostenute dall’impresa a decorrere dalla data di presentazione della domanda ovvero dalla data di costituzione della società nel caso in cui la domanda sia presentata da persone fisiche. Più precisamente, le spese ammissibile riguardano l’acquisto di beni materiali e immateriali e servizi rientranti nelle determinate categorie.

a) Suolo aziendale con determinati limiti che variano a seconda del settore.
b) Fabbricati, opere edili / murarie, comprese le ristrutturazioni.
c) Macchinari, impianti ed attrezzature varie nuovi di fabbrica.
d) Programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa.
e) Brevetti, licenze e marchi.
f) Formazione specialistica dei soci e dei dipendenti del soggetto beneficiario, funzionali alla realizzazione del progetto.
g) Consulenze specialistiche.

Qual è l’agevolazione riconosciuta?

L’agevolazione riconosciuta da “Nuove Imprese a tasso zero” consiste in un prestito a tasso zero, della durata massima di 8 anni, il cui importo totale non può superare il 75% delle spese ammissibili per un progetto massimo di € 1.500.000. Ulteriore limite riguarda il “De minimis”, ovvero che gli aiuti di Stato sono riconoscibili per un importo massimo di 200mila euro nell’arco di 3 esercizi finanziari per l’impresa unica.

La restituzione del finanziamento avviene in rate semestrali posticipate con scadenza 31 maggio e il 30 novembre di ciascun anno.

Come si presenta la domanda per “Nuove imprese a tasso zero”?

La domanda può essere inviata esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia.

Per richiedere le agevolazioni è necessario seguire i seguenti step.

  1. Registrarsi  ai servizi online di Invitalia indicando un indirizzo di posta elettronica ordinario.
  2. Una volta registrati accedere al sito riservato per compilare direttamente online la domanda, caricare il business plan e la documentazione da allegare.

Per concludere la procedura di presentazione della domanda è necessario disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

Invitalia inoltre offre un “servizio di accompagnamento” alla presentazione della domanda, che consiste in un supporto per la compilazione del piano d’impresa (incontri “one to one” via Skype), che può essere richiesto chiamando il numero 848-886886.

Hai bisogno di aiuto per aprire partita IVA?

Se hai bisogno di aiuto per avviare la tua attività e aprire la partita IVA evitando errori e costose sanzioni, chiedi un preventivo gratuito oppure acquista la nostra consulenza skype direttamente con un esperto per dissipare tutti i tuoi dubbi.

Se acquisti la consulenza SKYPE e poi decidi di aprire partita IVA lo start up te lo regaliamo noi!

 

Se invece hai bisogno di aiuto per emettere le tue fatture o semplicemente cerchi un software semplice ed intuitivo per emettere le tue fatture e per averle sempre e ovunque disponibili scarica la nostra APP.

PROVA GRATIS per 30 giorni e richiedi il nostro supporto GRATUITO!

Per maggiori info visita la nostra pagina

 

Facebook Comments
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.