Equipro e nuove scadenze Equitalia

EQUITALIA: Ecco le ultime novità…

Print Friendly

Ultimissime novità da Equitalia: il nuovo servizio online EQUIPRO e la proroga della scadenza per presentare l’istanza di rottamazione.

È stato introdotto nei giorni scorsi un nuovo servizio per agevolare le operazioni con l’ente, la piattaforma EQUIPRO dedicata ai professionisti. E sono stati diramati anche i primi dati sulla richiesta di definizione agevolata: ad oggi sono state rottamate circa 440.000 cartelle.

Cos’è EQUIPRO?

Al fine di facilitare il rapporto con il contribuente e con i professionisti di settore, è stata introdotta EQUIPRO, la nuova piattaforma digitale creata da Equitalia e rivolta ai professionisti, che permette di effettuare qualsiasi tipo di servizio Equitalia per conto dei propri clienti direttamente dal proprio pc, tablet o smartphone. Tra le operazioni possibili vi è anche quella di utilizzare la piattaforma per la definizione agevolata e la richiesta di estratto di ruolo.

A quali categorie di professionisti è rivolto il servizio?

La piattaforma EQUIPRO è dedicata ad oltre 20 categorie ed ordini professionali, tra la quali possono avvalersi del servizio:

  • i commercialisti;
  • i consulenti del lavoro;
  • gli avvocati tributaristi;
  • i centri di assistenza fiscale (CAF).

Come si utilizza EQUIPRO?

Il professionista può utilizzare la piattaforma accedendo all’area riservata del sito di Equitalia con le credenziali Entratel dell’Agenzia delle Entrate, ma per effettuare operazioni per conto del cliente è necessario il rilascio della delega. La procedura da seguire per ottenere la delega dal cliente è la seguente:

  • il professionista deve accedere all’area EQUIPRO con le credenziali Entratel o Smart card e accettare il regolamento con le “Condizioni generali di adesione” dalla sezione “Gestione deleghe”, l’adesione al servizio ha validità quattro anni;
  • il delegante deve accedere all’area riservata ai cittadini con le sue credenziali e, una volta accettate le “Condizioni generali di adesione”, conferire la delega all’intermediario indicando il codice fiscale. La delega ha validità per due anni ma può essere revocata in qualsiasi momento dal cliente;
  • una volta completate le precedenti, fasi l’intermediario abilitato deve accettare la delega ricevuta direttamente dalla sezione “Gestione deleghe”.

In alternativa la delega può essere conferita secondo la modalità tradizionale recandosi presso le sedi degli intermediari.

Quali servizi offre EQUIPRO?

La piattaforma EQUIPRO è stata pensata per agevolare e velocizzare le operazioni con Equitalia, nel dettaglio il servizio permette al professionista di:

  • visualizzare on line la situazione debitoria (estratto di ruolo) del proprio cliente con l’indicazione delle cartelle di pagamento emesse dal 2000;
  • visualizzare i piani di rateizzazione dei propri clienti;
  • effettuare i pagamenti di cartelle e avvisi;
  • ottenere la rateizzazione e trasmettere istanze di rateizzazione per importi fino a € 60.000 o di sospensione legale della riscossione;
  • trasmettere dichiarazioni per aderire alla definizione agevolata ai sensi del D.L. n. 193/2016, convertito con modificazioni dalla Legge n. 225/2016 (istanza per la rottamazione).

Quali sono le nuove scadenze per la rottamazione?

Il 23 marzo il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al decreto per ufficializzare la proroga del termine al 21 aprile 2017 per l’invio della richiesta di accesso alla definizione agevolata delle cartelle esattoriali.
L’istanza deve essere compilata utilizzando il modello DA1, Dichiarazione di adesione alla definizione agevolata, e presentata:

  • direttamente allo sportello;
  • tramite posta elettronica certificata PEC;
  • direttamente dal sito di Equitalia utilizzando il servizio EQUIPRO.

Ricordiamo che l’adesione alla definizione agevolata permette di rottamare i debiti derivanti dalle cartelle esattoriali tra il 2000 e il 2016 pagando soltanto l’importo residuo del debito a rate senza corrispondere sanzioni e interessi di mora.

Dall’invio dell’istanza bisognerà attendere la comunicazione di Equitalia, che con il decreto è stata spostata dal 31 maggio al 15 giugno, in cui sarà riportato l’importo complessivo del debito dovuto e la scadenza delle eventuali rate, nonché saranno inviati i bollettini di pagamento.

Sarà possibile pagare l’importo dovuto in un’unica soluzione o rateizzarlo al massimo in 5 rate, ma è bene rispettare la scadenza. Tuttavia anche il mancato pagamento o il ritardo di una sola rata comporterà la perdita dei benefici e il ripristino dell’attività di riscossione.

Con il decreto cambiano anche le date per i versamenti ?

Sebbene si attendessero buone nuove anche rispetto alla rateazione dei versamenti e un allungamento delle rate, la riscrittura del calendario non riguarda assolutamente le scadenze per i versamenti legati alla rottamazione, né tanto meno il numero di rate. Resta infatti 5 il numero massimo di rate, tre delle quali da versare entro dicembre 2017 e le rimanenti entro settembre 2018: lo slittamento di una sola delle rate farà decadere dal beneficio della rottamazione.

Come fare per presentare la richiesta di rottamazione?

Hai bisogno di aiuto per valutare la convenienza della rottamazione ed eventualmente presentarne istanza? Per ulteriori informazioni non esitare a contattarci compilando il form che trovi nella pagina Preventivi oppure lasciando un commento qui sotto.

 

Facebook Comments
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*