Di Categorie: Novità fiscali e AdempimentiPubblicato il: 04/03/2021Last Updated: 04/03/2021

Dall’1 al 31 marzo è possibile inviare la richiesta per il bonus pubblicità 2021. Per procedere, è sufficiente compilare il modulo aggiornato. Attenzione, però. Quest’anno la percentuale del credito d’imposta varia a seconda del canale scelto per gli investimenti pubblicitari. A determinare il suddetto cambiamento la Legge di Bilancio 2021

Come richiedere il bonus pubblicità 2021

C’è tempo un mese, quello di marzo, per inviare le domande per prenotare il credito d’imposta legato agli investimenti pubblicitari. La richiesta deve essere inviata per via telematica direttamente all’Agenzia delle Entrate, entro e non oltre il 31 marzo 2021. Sul sito del Dipartimento per l’informazione e l’editoria è possibile scaricare il modulo aggiornato da compilare e inoltrare in fase di richiesta del bonus, oltre alle istruzioni da seguire. In un secondo momento poi sarà necessaria procedere con l’inoltro della dichiarazione sostituitiva. 

Si tratta, quindi, di eseguire un doppio passaggio:

  1. presentazione della Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta, in cui sono riportati i dati degli investimenti effettuati o da effettuare nel corso dell’anno agevolato
  2. inoltro della Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati per dichiarare che quanto nella comunicazione per l’accesso al credito d’imposta, sia stato effettivamente realizzato nel corso dell’anno agevolato e che nel rispetto dei requisiti richiesti.

Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta

Per inoltrare la domanda di credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari, siano essi già realizzati o ancora da realizzare, si deve passare per il sito dell’Agenzia delle Entrate. Per accedere a esso, occorre essere in possesso di una delle seguenti credenziali:

  • SPID
  • CIE
  • CNS
  • Entratel
  • Fisconline

Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati

Entro il 30 aprile 2021, il Dipartimento per l’informazione e l’editoria pubblicherà la lista dei soggetti richiedenti l’agevolazione, specificando il credito d’imposta fruibile da ciascun beneficiario. Sarà poi compito dei richiedenti inoltrare a dichiarazione sostituitiva dall’1 al 31 gennaio 2022 così da confermare gli investimenti effettuati.

Dopo il 31 gennaio 2022, lo stesso Dipartimento renderà noto l’elenco definitivo dei soggetti beneficiari e del credito d’imposta spettante in modo effettivo. 

Il credito sarà poi utilizzabile solo in compensazione a partire dal 5° giorno lavorativo successivo alla pubblicazione del suddetto elenco dei beneficiatri definitivi. Quest’ultimi saranno poi tenuti a presentare il modello F24 utilizzando il codice tributo 6900.

Bonus pubblicità diverso per stampa tv e radio

A seguito delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2021, il credito d’imposta legato al bonus pubblicità 2021 ha regole differenti a seconda del canale impiegato per gli investimenti. 

Per la pubblicità su giornali quotidiani e periodici, anche in formato digitale, il bonus pubblicità equivale a un credito d’imposta del 50%, entro il budget stanziato di 50 milioni di euro. 

Per la pubblicità su emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali, il bonus pubblicità 2021 equivale a un credito d’imposta del 75% del valore incrementale degli investimenti 2021 rispetto a quelli effettuati sullo stesso mezzo d’informazione nel 2020, purchè l’incremento sia corrispondente all’1%. 

Ulteriori info? Chiedi al “Commercialista Online

Acquista la nostra Consulenza Personalizzata con un professionista specializzato per approfondire l’argomento che ti interessa!


Scarica i nostri eBook gratuiti

Aprire Partita IVA - Ebook Il commercialista Online
Regime Forfettario - Ebook Il commercialista Online
Come funziona la SRL - Ebook Il commercialista Online
Commenti

Altri approfondimenti