Agenzia delle Entrate: in arrivo sms e e-mail list

Agenzia delle Entrate: in arrivo sms e e-mail list

Print Friendly

Ormai sarà l’amico Fisco a ricordarci gli avvisi di pagamento, le scadenze e gli eventuali rimborsi: ecco a voi il nuovo servizio gratuito “SMS & e-mail list”.

In linea con la nuova veste friendly del fisco, dal 28 ottobre l’Agenzia delle Entrate ha attivato un servizio gratuito per informare il contribuente della propria posizione fiscale ed evitargli inutili aggravi in termini di sanzioni per mera distrazione o dimenticanza. Vediamo di cosa si tratta e come attivarli.

Come funzionano gli sms e le email?

Sms & e-mail list” è il nuovo servizio gratuito messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate che consente al contribuente di ricevere un messaggio o una e-mail per essere informato sulle imminenti scadenze fiscali, su eventuali rimborsi o per ricevere qualsiasi info utile sulla propria posizione fiscale.
Il servizio rientra nella strategia di compliance e ha l’obiettivo di avvicinare il contribuente al Fisco ed evitare che possa incorrere in sanzioni e cartelle di pagamento a causa di una distrazione o di un ritardo nei pagamenti.

Come si attiva il servizio “Sms & e-mail list”?

Per poter usufruire del servizio è necessario registrarsi al Fisconline. Successivamente, accedendo alla propria area riservata, selezionando dal menù la voce “Sms & e-mail list”, il contribuente dovrà inserire il numero di cellulare o l’indirizzo di posta elettronica, o entrambi, su cui preferisce ricevere le comunicazioni.

Il servizio, ovviamente, è gratuito per tutti gli utenti ed è attivo per coloro che sono già registrati, che cominceranno immediatamente a ricevere i messaggi firmati “Ag. Entrate”.

Quali sono le informazioni contenute nei messaggi?

L’Agenzia delle Entrate invierà ai contribuenti che hanno attivato il servizio un messaggio personalizzato contenente informazioni sullo stato dei pagamenti, sui rimborsi, sulla disponibilità delle ricevute relative alle dichiarazioni o un promemoria sulle scadenze; più precisamente i servizi attualmente disponibili sono:

  • informazioni relative all’accredito delle somme chieste a rimborso: il contribuente che ha chiesto il rimborso di alcune somme riceverà un messaggio dell’Agenzia delle Entrate contenente il seguente testo: “L’Agenzia delle entrate sta erogando il suo rimborso sul conto corrente comunicato. Verifichi a breve l’effettivo accredito”. Il messaggio sarà inviato anche nel caso in cui il contribuente abbia richiesto il rimborso in contanti; in questo caso sarà invitato a recarsi presso un ufficio postale;
  • informazioni relative alle successive scadenze di pagamento: per evitare di incorrere in una cartella di pagamento o di saltare una rata, l’Agenzia delle Entrate invia un promemoria al contribuente ricordandogli che si avvicina la scadenza per effettuare il pagamento di un debito (ad es. quando il contribuente ha optato per il versamento anno per anno dell’imposta di registro dovuta sui contratti di locazione pluriennali di immobili e beni strumentali, o per i pagamenti rateali, a seguito di controlli formali, dovuti dalle persone fisiche per le irregolarità riscontrate nella dichiarazione dei redditi);
  • informazioni relative all’avvenuto pagamento di un tributo: quando ad esempio il contribuente ha delegato a un intermediario o a un CAF il compito di effettuare i versamenti tramite F24 per suo conto, l’Agenzia delle Entrate gli invia un messaggio per informarlo che il pagamento è stato ricevuto e registrato nelle banche dati dell’Agenzia;
  • informazioni relative al mancato recapito di una richiesta di pagamento inviata al contribuente: quando ad esempio l’Agenzia delle Entrate invia una richiesta di pagamento che non è stata recapitata al contribuente, l’Ufficio invierà un sms per avvisare il contribuente del mancato recapito (si pensi ad esempio agli avvisi bonari non recapitati al contribuente e tornati indietro per compiuta giacenza, in questo caso il contribuente perde la possibilità di usufruire di una sanzione ridotta e il carico passa ad Equitalia -fino al giugno 2017, di seguito Agenzia delle Entrate Riscossione- con la sanzione massima).

Cosa è possibile fare quando si riceve il messaggio per mancato ricevimento di una comunicazione?

Il contribuente che ha ricevuto un messaggio per il mancato recapito di una richiesta di pagamento inviata dall’Agenzia tramite raccomandata con ricevuta di ritorno può contattare direttamente il call center e chiedere copia della comunicazione (in questo caso, infatti, se il contribuente provvede ad effettuare il versamento della somma dovuta o a risolvere l’avviso entro 30 giorni può usufruire della sanzione ridotta, evitando che il debito venga iscritto a ruolo).

E’ tutto chiaro fin qui?

Per ulteriori informazioni non esitare a contattarci compilando il form che trovi nella pagina Preventivi oppure lasciando un commento qui sotto.

Facebook Comments
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*