Ricerca partita IVA: i Migliori Tool Online

Tool gratis per la ricerca partita iva
 
(Last Updated On: 18 Luglio 2019)

Ricerca partita iva: Esistono Tool Online Gratuiti? Vi siete mai chiesti cosa rappresenta il numero della vostra partita IVA? Seguiteci nel nostro viaggio intorno al pianeta Partita IVA.

Quante volte ci siamo chiesti, quando riceviamo una fattura oppure quando dobbiamo intraprendere un nuovo rapporto commerciale: “Oppure se trattasi di una partita IVA cessata?”. Oppure, navigando sui vari siti internet: “a chi corrisponde la partita IVA indicata?”

In questo articolo vediamo cos’è la partita IVA, forniamo diversi tool di “partita iva ricerca gratis online” e vediamo nel dettaglio come funzionano e a cosa servono.

Cos’è la partita IVA?

Il numero di partita IVA è composto da 11 cifre, identifica in maniera univoca un soggetto che esercita un’attività rilevante ai fini IVA. Trattasi di un numero che non può essere variato per tutto il periodo in cui viene svolta l’attività. All’interno dell’Unione Europea, per identificare un soggetto, occorre anteporre al numero di partita IVA la sigla dello stato di appartenenza (per l’Italia IT, per la Germania DE, e così via).

Dove si richiede il numero di partita IVA?

La richiesta del numero di partita IVA va inoltrata al competente Ufficio dell’Agenzia delle Entrate, telematicamente o a mezzo raccomandata, compilando uno dei due seguenti modelli:

  • AA9/12: se la partita IVA viene aperta da una persona fisita, ditta individuale o libero professionista;
  • AA7/10: quando l’apertura della partita IVA viene effettuata da una società;
  • ANR/3: quando la partita IVA è richiesta da soggetti non residenti (persone fisiche e soggetti diversi) che intendono identificarsi direttamente in Italia.

Come funziona la partita IVA

Il numero di partita IVA è composto in base del seguente schema:

  • i primi sette numeri indicano il numero di matricola del soggetto assegnato dal relativo ufficio provinciale, ottenuto aggiungendo una unità al numero del soggetto che lo precede;
  • i numeri dall’ottavo al decimo rappresentano il codice dell’ufficio provinciale del fisco che ha rilasciato la matricola;
  • l’undicesimo numero è un codice di controllo che serve a verificare la correttezza delle prime dieci cifre e per calcolarlo occorre:
    • sommare tutte le cifre delle posizioni dispari – se per esempio le prime dieci cifre del numero di partita IVA sono 8633451975 occorrerà sommare 8+3+4+1+7 = 23;
    • moltiplicare le cifre pari per 2 e se il risultato è superiore a 9 sottrarre 9 – nel nostro esempio la prima cifra pari: 6×2 = 12 che è maggiore di 9, quindi: 12-9 = 3, la seconda cifra pari: 3×2 = 6 che non è maggiore di 9, quindi: 6 e via discorrendo- si otterrà 3+6+1+9+1 = 20;
    • sommare i precedenti due numeri ottenuti e quindi nel nostro esempio 23+20 = 43
    • dividere per 10 la somma e calcolare il resto della divisione e quindi nel nostro esempio (es. 43/10 = 4 resto 3);
    • Se il resto è 0 (zero) allora il carattere di controllo sarà 0 (zero), altrimenti il numero di controllo sarà dato sottraendo a 10 il resto della divisione e nel nostro esempio 10-3 = 7.

Verifica p.IVA gratis

L’Agenzia delle Entrate fornisce un utile servizio telematico – RICERCA Partita IVA. Il tool gratuito permette di risalire dal numero di partita IVA all’intestatario (persona fisica o società). E’ inoltre possibile conoscere lo stato di attività (partita I V A attiva, sospesa oppure cessata), i dati identificativi del titolare (cognome e nome, oppure denominazione della società), la data di inizio attività e le eventuali date di sospensione e cessazione dell’attività.

Con il tool ricerca partita IVA, inserito il numero di partita Iva che si intende verificare, se presente in Anagrafe tributaria, è possibile visualizzare:

  • lo stato – attiva, sospesa (in caso di affitto d’azienda), cessata
  • la denominazione o il cognome e nome del titolare
  • la data di apertura della partita IVA e le eventuali date di sospensione/cessazione

E’ possibile trovale il tool al seguente link: Tool Agenzia delle Entrate verifica partita IVA – Ricerca per Partita IVA online

Controllo partita IVA iscritta al VIES

Per poter effettuare operazioni intracomunitarie, i titolari di partita IVA devono essere inclusi nell’archivio Vies (VAT information exchange system). L’Agenzia delle Entrate offre un servizio gratuito – Servizio Agenzia delle Entrate controllo partita IVA comunitaria per verificare l’iscrizione di una partita IVA al VIES. Tramite il tool gratuito, gli operatori commerciali, prima di effettuare una operazioni UE, possono verificare la validità del numero di identificazione IVA, attraverso il collegamento con i sistemi fiscali degli Stati membri dell’Unione Europea.

Le informazioni sono disponibili dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 ed il sabato dalle ore 8.00 alle 13.00 (GMT + 1.00 h).

Il tootle per la verifica delle partita IVA comunitarie è disponibile al seguente link:

TOOL gratuito verifica iscrizione al VIES – Servizio di verifica online

Dove trovare ulteriori informazioni su una partita IVA?

Ulteriori informazioni sul titolare della partita IVA possono essere ricercate attraverso le visure camerali. Trattasi di un documento rilasciato dalla Camera di Commercio contenente i principali dati amministrativi, anagrafici e fiscali di una determinata società o ditta.

La visura CCIAA è utile per acquisire un cliente, un partner commerciale o un fornitore. Inoltre, può essere quando si deve valutare un conduttore in una locazione commerciale, quando si deve valutare un’impresa di costruzioni dalla quale si è in procinto di acquistare un immobile.

Come funziona la visura camerale?

Dalla visura camerale è possibile verificare l’esistenza di un’impresa e valutarne la sua solidità, conoscere aspetti quali la composizione sociale di un’azienda (i soci), gli amministratori e le cariche sociali conoscendo ad esempio in anticipo quali sono le persone con cui ci si troverà a lavorare o ad interfacciarsi e i loro rispettivi ruoli. Inoltre si otterranno indicazioni sul capitale, su eventuali trasferimenti d’azienda, fusioni o scissioni. Tutte queste informazioni permettono di ponderare con maggiore attenzione le proprie scelte di collaborazione, investimento o acquisto anche da un punto di vista degli eventuali rischi.

La visura camerale può essere ordinaria, quando riporta le informazioni legali attuali, oppure storica, quando fornisce notizie sulle vicende passate dell’impresa dalla sua nascita fino ad oggi.

Per ottenere una visura è possibile recarsi presso la Camera di Commercio della propria provincia, richiederla agli operatori professionali abilitati che hanno contrattualmente accesso alle banche dati del circuito camerale o infine leggi il nostro articolo per fare online una Visura Gratuita.

Ad ogni modo è possibile accedere alle banche dati anche online, attraverso il comodo servizio predisposto da RegistroImprese.it. Per alcuni tipi di ricerca il servizio è libero e gratuito, per altri invece è necessaria la registrazione e il pagamento che varia in base al tipo di richiesta.


Vuoi ricevere maggiori informazioni? Clicca il bottone qui sotto!
Facebook Comments

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *