canone rai

Canone RAI in Bolletta: Ecco Come Evitarlo

Print Friendly

Non hai il televisore e NON vuoi pagare il canone RAI? Ecco come evitare l’addebito nella bolletta elettrica

Nel caso in cui non si possieda un televisore, occorre richiedere l’esenzione dal canone per tutto il 2016, inviando un’apposita autocertificazione all’Agenzia delle Entrate.

Qual è la scadenza per l’invio dell’autocertificazione?

L’autocertificazione deve essere inviata tramite raccomandata entro il 30 aprile, in plico senza busta, con allegata fotocopia del documento di riconoscimento, a: Agenzia delle Entrate – Ufficio di Torino 1 – S.A.T Sportello Abbonamenti tv – Casella Postale 22 – Cap 10121 – Torino.

Per la trasmissione telematica invece c’è tempo fino al 10 maggio.

Se il modulo viene inviato tramite raccomandata tra il primo maggio e il 30 giugno ovvero telematicamente dall’11 maggio al 30 giugno, l’esenzione sarà valida  esclusivamente per il secondo semestre 2016.

Il modello di esenzione deve essere presentato una sola volta?

L’autocertificazione deve essere necessariamente presentata ogni anno.

Quale importo verrà addebitato in bolletta a luglio?

La bolletta per l’energia elettrica di luglio conterrà una prima rata di circa 60 e il saldo sarà versato nelle ultime due bollette dell’anno per un totale di euro 100!!

Per le nuove utenze elettriche come avviene il pagamento?

La rata viene calcolata dal mese di attivazione della nuova utenza e non per l’intero anno con addebito nel mese di febbraio 2017.

Cosa succede se l’utenza elettrica è intestata ad un soggetto e il canone Rai ad un’altra persona dello stesso nucleo familiare? 

Il decreto attuativo sul canone prevede che l’Agenzia delle Entrate debba effettuare la “voltura d’ufficio” addebitando il canone all’intestatario della bolletta. La Rai al numero verde conferma che nessuna dichiarazione deve essere presentata dalla moglie o dal marito.

Tuttavia, nel caso in cui ad esempio due componenti dello stesso nucleo siano intestatari di due utenze elettriche per la stessa abitazione (accorpamento di due appartamenti) o anche per abitazioni differenti, occorre chiedere all’Agenzia delle Entrate, che il Canone venga addebitato su una sola utenza elettrica, specificando quale.

Se hai altre domande o dubbi puoi contattarci compilando il form sottostante.

Nome *

E-mail *

Messaggio *

Cliccando sul pulsante invia, si autorizza Lo Studio Vernieri Cotugno al trattamento dei dati personali nel rispetto del Dlgs 196/2003, in conformità a quanto indicato nella sezione Privacy.

Facebook Comments
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*