Di Categorie: Novità fiscali e AdempimentiPubblicato il: 09/08/2022Last Updated: 31/08/2022

La liquidazione IVA è un’operazione molto ben conosciuta da imprese e professionisti (eccezione fatta per chi è in regime forfettario). Tale operazione può essere mensile o trimestrale. Ma procediamo con ordine e spieghiamo nel dettaglio in cosa consiste e come funziona la liquidazione IVA.

Come funziona la liquidazione IVA?

La liquidazione IVA si concretizza nel calcolo dell’IVA a credito o debito all’interno di uno specifico periodo temporale. Essa riguarda tutte le attività imprenditoriali e produttive che sono obbligate a calcolare l’importo dell’IVA.

Nello specifico, si fa riferimento all’operazione di sottrazione dell’importo delle fatture ricevute dai fornitori al totale delle fatture emesse.

Quando il risultato della sottrazione è un numero positivo, allora si è a debito, e occorre versare l’importo ottenuto all’Agenzia delle Entrate.

Quando il risultato della sottrazione è un numero negativo, allora si è a credito, che sarà rimandato al periodo successivo.

Esempi di liquidazione IVA

Maggio 2022, l’impresa:

  • ha ricevuto fatture d’acquisto prodotti per un totale di 15.000 euro + IVA al 22%.
  • ha venduto prodotti ai suoi clienti per un totale di 20.000 euro + IVA al 22%

A quanto ammonta l’IVA a credito?

15.000*22% = 3.300 euro

A quanto ammonta l’IVA a debito?

20.000*22% = 4.400 euro

Facciamo la sottrazione

4.400 – 3.300 = 1.100 euro

Il numero è positivo. Questo significa che si è a debito e occorre versare all’Agenzia delle Entrate 1.100 euro

Come si procede alla liquidazione IVA?

il versamento dell’imposta dovuta si concretizza attraverso il modello F24, debitamente compilato. Affinché l’operazione vada a buon fine, occorre riportare i corretti odici identificativi dell’operazione. Nello specifico:

  • Per la liquidazione IVA mensile i codici vanno da 6001 a 6012: le ultime due cifre del codice cambiano in base al mese in cui avviene il pagamento
  • Per la liquidazione IVA trimestrale, i codici sono quattro: 6031, 6032, 6033 e 6034. L’ultima cifra del codice cambia in base al semestre a cui si riferiscono gli importi.

NOTA BENE: il codice 6035 identifica l’acconto IVA, un versamento in anticipo dell’importo dell’imposta da pagare a fine anno

Quando la liquidazione IVA è mensile o trimestrale?

Le tempistiche dei versamenti IVA cambiano in base al regime contabile di appartenenza.

Le aziende e i titolari di partita IVA a regime ordinario devono effettuare i versamenti su base mensile. Possono invece accedere al regime trimestrale tutti i titolari di partita IVA che abbiano ricavi annui inferiori ai 400.00 euro se si tratta di attività di servizi o inferiori ai 700.000 euro se si tratta di attività di altro genere. A questa categoria, all’importo si aggiunge un interesse dell’1%. Coloro che rientrano nel regime trimestrale, possono comunque optare per un versamento su base mensile.

H2 Quando si deve effettuare il pagamento?

Coloro i quali hanno l’obbligo di liquidazione IVA mensile, sono tenuti a versare l’importo dovuto il giorno 16 di ogni mese.
Coloro i quali preferiscono la liquidazione trimestrale, devono segnarsi le seguenti date:

  • il 16 maggio per il primo trimestre;
  • il 16 agosto per il secondo trimestre;
  • il 16 novembre per il terzo trimestre;
  • il 16 marzo dell’anno successivo per la dichiarazione IVA annuale del quarto trimestre.

Hai bisogno di aiuto? Acquista la Consulenza Personalizzata di un Professionista Esperto

Grazie alla Consulenza Personalizzata avrai 30 minuti per approfondire l’argomento che più ti interessa con un professionista specializzato.

consulenza commercialista online

Scarica i nostri eBook gratuiti

Aprire Partita IVA Ebook
Regime Forfettario - Ebook
Come funziona la SRL - Ebook Il commercialista Online
Commenti

Altri approfondimenti