Sgravi INPS ecco come usufruirne

INPS: Ecco come usufruire degli SCONTI!

Print Friendly

Finalmente l’INPS ha chiarito nei giorni scorsi gli aspetti tecnici e le modalità per l’accesso agli incentivi per i giovani e per il sud di cui trattammo tempo fa.

Come anticipato in un articolo precedente, per il 2017 sono previsti due importanti incentivi per l’assunzione di giovani lavoratori, si tratta dell’Incentivo Occupazione Giovani introdotto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dell’Incentivo Occupazione Sud.

INCENTIVO OCCUPAZIONE GIOVANI

Il Bonus è rivolto all’assunzione di giovani tra i 16 e 29 anni iscritti al Programma Garanzia Giovani non coinvolti in un percorso di studio, di formazione o di lavoro (cd.NEET, Not engaged in Education, Employment or Training).
L’incentivo permette al datore di lavoro di ottenere lo sgravio dei contributi previdenziali dovuti per le assunzioni effettuate su tutto il territorio nazionale, ad esclusione della Provincia autonoma di Bolzano, tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2017, nel limite delle risorse a disposizione ed è pari:

  • al 50% dei contributi previdenziali fino a € 4.030 su base annua per ogni lavoratore assunto con contratto a tempo determinato;
  • al 100% dei contributi previdenziali fino al massimo di € 8.060 su base annua per ogni lavoratore assunto con contratto a tempo indeterminato.

L’esonero contributivo non riguarda invece i premi e i contributi dovuti all’INAIL e altre tipologie di contributi (ad esempio quello, se dovuto, al Fondo per l’erogazione ai lavoratori dipendenti del settore privato dei trattamenti di fine rapporto e quelle contribuzioni che non hanno natura previdenziale) e non è cumulabile con altri.

Quali contratti sono ammessi?

Nella Circolare n.40 l’INPS ha stabilito la tipologia di contratti ammessi per la fruizione dell’Incentivo Occupazione Giovani, nel dettaglio si tratta di:

  • contratto a tempo determinato, anche a scopo di somministrazione, di durata pari o superiore a sei mesi con la possibilità di proroga;
  • contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione;
  • rapporto di apprendistato professionalizzante;
  • rapporto di lavoro subordinato instaurato in attuazione del vincolo associativo con una cooperativa di lavoro.

Il beneficio invece non spetta per l’assunzione perfezionata con contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore; con contratto di apprendistato di alta formazione e di ricerca; contratto di lavoro domestico o intermittente e per le prestazioni di lavoro accessorio.

Quali requisiti per il datore di lavoro?

L’incentivo è rivolto a tutti i datori di lavoro privati che assumono giovani iscritti al Programma Garanzia Giovani con uno dei contratti ammessi, condizione necessaria è che l’assunzione sia libera, ossia che non scaturisca da un obbligo di natura legale o contrattuale, e senza violare il diritto di precedenza alla riassunzione di un altro lavoratore licenziato.
Inoltre il datore di lavoro deve essere in condizioni di regolarità degli obblighi contributivi (DURC regolare), deve osservare le norme poste a tutela delle condizioni di lavoro e tutti gli altri obblighi previsti in materia di assunzione.

Come richiedere l’incentivo?

Il datore di lavoro che vuole ottenere l’incentivo deve presentare una domanda di ammissione preliminare all’INPS utilizzando il modulo “OCC.GIOV.” disponibile a partire dal 15 marzo sul sito dall’applicazione DiResCo (Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente), indicando i dati del lavoratore da assumere, la Regione e la Provincia in cui si svolgerà la prestazione lavorativa, l’importo della retribuzione mensile, anche soltanto prevista, e l’aliquota contributiva datoriale.
L’INPS, una volta effettuati i controlli e verificata la disponibilità delle risorse, informa il datore di lavoro che l’importo per l’incentivo è stato prenotato in suo favore, a questo punto il datore entro 7 giorni deve effettuare l’assunzione ed entro 10 giorni deve inviare la comunicazione di avvenuta assunzione chiedendo la conferma della prenotazione.

INCENTIVO OCCUPAZIONE SUD

L’Incentivo Occupazione Sud è il bonus per le assunzioni tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2017 rivolta ai datori di lavoro privati che consente lo sgravio dei contributi INPS nel limite di € 8.060 annui per lavoratore assunto.

Quali i requisiti da rispettare?

Al fine di poter usufruire dell’incentivo è necessario rispettare alcune condizioni necessarie:

  • il lavoratore da assumere deve essere in stato di disoccupazione, se si tratta di giovani di età superiore a 24 anni è richiesto inoltre che siano privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi;
  • la prestazione lavorativa deve essere svolta in una delle Regioni qualificate come “meno sviluppate” (Basilicata, Campania, Puglia e Sicilia) o “ in transizione” (Abruzzo, Molise e Sardegna);
  • il datore di lavoro privato deve rispettare le stesse condizioni previste per l’Incentivo Occupazione Giovani;
  • l’assunzione deve essere perfezionata con uno dei contratti ammessi.

Quali i contratti ammessi?

L’Incentivo Occupazione Sud è fruibile soltanto se l’assunzione avviene con una delle tipologie contrattuali ammesse, nel dettaglio è possibile assumere con:

  • contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione;
  • rapporto di apprendistato professionalizzante;
  • rapporto di lavoro subordinato instaurato in attuazione del vincolo associativo con una cooperativa di lavoro.

È ammessa all’agevolazione anche la trasformazione di un contratto da tempo determinato a tempo indeterminato e in questo caso non è richiesto il requisito della disoccupazione; non sono invece riconosciute le assunzioni perfezionate con altre tipologie contrattuali, escluse anche nell’Incentivo Garanzia Giovani.

Come richiedere l’incentivo Occupazione SUD?

Anche in questo caso per accedere all’incentivo il datore di lavoro deve trasmettere telematicamente all’INPS una domanda preliminare utilizzando il modulo di istanza online “B.SUD” dall’applicazione DiResCo, che sarà disponibile dal 15 marzo, in cui indicare le generalità del lavoratore, il luogo in cui sarà effettuata la prestazione lavorativa, la retribuzione mensile media e l’aliquota contributiva datoriale.
Come nel caso precedente la domanda preliminare permette al datore di verificare la possibilità di godere dell’incentivo prima dell’assunzione che potrà essere perfezionata entro 7 giorni dalla ricezione della comunicazione dell’INPS con cui si attesta l’avvenuta prenotazione dell’importo dell’incentivo a suo favore. Il datore è tenuto a dichiarare entro 10 giorni dalla ricezione della comunicazione, a pena di decadenza dal beneficio, l’avvenuta assunzione del lavoratore e a chiedere la conferma della prenotazione.

Hai bisogno di aiuto?

Hai bisogno di aiuto per la gestione del tuo personale dipendente? Per ulteriori informazioni non esitare a contattarci compilando il form che trovi nella pagina Preventivi oppure lasciando un commento qui sotto.

 

 

 

Facebook Comments
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*