Di Categorie: Novità fiscali e AdempimentiPubblicato il: 11/11/2021Last Updated: 11/11/2021

C’è tempo fino al 31 dicembre per beneficiare del bonus mobili 2021 comprensivo dell’agevolazione maggiorata introdotta dalla precedente Legge di Bilancio. Quest’ultima, infatti, prevede che il tetto massimo di spesa sia pari a 16.000 euro. Dal prossimo anno, tale soglia verrà notevolmente ridotta.
Il 2021 è l’unico anno per il quale il tetto massimo di spesa per arredi ed elettrodomestici fosse così alto. Non è ancora confermato, ma sembrerebbe che per il prossimo anno non sarà prevista neanche la soglia massima standard pari a 10.000 euro. Nella bozza della Legge di Bilancio 2022, si parla di 5.000 euro. Ma per la conferma definitiva ovviamente occorre attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale!

Chi sono i destinatari del Bonus Mobili 2021?

Il Bonus Mobili riguarda le spese sostenute dal 1° gennaio a l 31 dicembre 2021, per un limite massimo pari a 16.000 euro. L’agevolazione consiste di fatto in una detrazione fiscale pari al 50% dell’importo speso. Questo significa recuperare la metà delle cifre spese in 10 quote annuali di pari importo. 

ATTENZIONE PERÒ: non fa fede la data in cui si sono acquistati gli arredi o gli elettrodomestici. Il Bonus Mobili 2021, infatti, è strettamente collegato al Bonus Ristrutturazione. Questo significa che per beneficiare del bonus mobili occorre anche eseguire uno o più dei seguenti interventi edilizi

  1. lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo o ristrutturazione edilizia su singoli appartamenti
  2. ricostruzione o ripristino di un immobile danneggiato da eventi calamitosi, per i quali è stato dichiarato lo stato di emergenza
  3. restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie che entro 18 mesi dal termine dei lavori vendono o assegnano l’immobile
  4. manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su parti comuni di edifici residenziali (condomini)

Inoltre, la soglia maggiorata corrispondente a 16.000 euro è valida solo per acquisti effettuati nel corso del 2021 finalizzati ad arredare immobili oggetto di interventi di ristrutturazione edilizia iniziati a partire dal 1° gennaio 2020.

Ristrutturazione e bonus mobili 2021

Per beneficiare della detrazione del 50% prevista dal Bonus Mobili 2021 è fondamentale che la data di inizo dei lavori di ristrutturazione sia precedente quella di acquisto degli arredi e degli elettrodomestici. 

Non è concesso il contrario, ossia prima l’acquisto di mobili, arredi ed elettrodomestici e poi avvio di interventi di ristrutturazione edilizia. 

Addio soglia massima maggiorata

Sebbene occorra attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, si sa già che per il 2022 le condizioni del Bonus Mobili cambieranno. Dal 1° gennaio 2022 (e fino probabilmente al 31 dicembre 2024), l’importo massimo detraibile scenderà notevolmente. La soglia massima di spesa su cui richiedere le detrazioni del 50% sarà pari a 5.000 euro. 

NOTA BENE: si tratta al momento solo di previsioni riportate nella bozza del disegno di legge. Questa, infatti, può essere ancora modificata. La soglia massima precisa per il bonus mobili 2022 sarà definitiva solo e soltanto dopo la pubblicazione del Testo di Legge in Gazzetta Ufficiale.

Ulteriori info? Chiedi al “Commercialista Online

Acquista la nostra Consulenza Personalizzata con un professionista specializzato per approfondire l’argomento che ti interessa!




Scarica i nostri eBook gratuiti

Aprire Partita IVA - Ebook Il commercialista Online
Regime Forfettario - Ebook Il commercialista Online
Come funziona la SRL - Ebook Il commercialista Online
Commenti

Altri approfondimenti