credito-di-imposta-turismo

Credito di imposta turismo

Print Friendly

Credito di imposta turismo dotazioni digitali: Clic day al 13 luglio 2015, ore 10:00

Dalle ore 10 del 13 luglio alle ore 12 del 24 luglio, strutture ricettive, agenzie di viaggio e tour operator potranno presentare istanza in forma telematica, insieme all’attestazione di effettività delle spese sostenute (a partire dall’anno 2014), per l’accesso al credito di imposta per la digitalizzazione degli esercizi ricettivi previsto dal decreto “Cult-Turismo” (DM 12 febbraio 2015, emanato dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del Turismo).
Le risorse sono assegnate secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

Cosa si può fare da subito

Il legale rappresentante dell’impresa può registrarsi sul sito MiBACT dalle ore 10 del 22 giugno fino al 24 luglio e compilare l’apposita modulistica, preparandosi al clic day.

Chi può accedere al credito

Il credito d’imposta è riconosciuto, per gli anni 2014, 2015 e 2016 ad alberghi, villaggi albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi, condhotel, marina resort, affittacamere, ostelli per la gioventù, case e appartamenti per vacanze, residence, case per ferie, bed and breakfast, rifugi montani e altre strutture individuate come tali dalle specifiche normative regionali. L’attività deve essere svolta in forma d’impresa.

Spese agevolabili

Spese per impianti wi-fi, per siti web ottimizzati per il sistema mobile, per programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti, per spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate, anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio, per servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale, per strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità, per servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente.

Importo del credito d’imposta

Pari al 30% dei costi sostenuti ed è ripartito in tre quote annuali di pari importo. Importo massimo delle spese riconosciute: € 41.666. Da cui, € 41.666 x 30% = € 12.500, da fruire in 3 anni per € 4.166 cadauno.

Per ulteriori informazioni di natura fiscale, contabile e del lavoro, puoi contattarci compilando il form sottostante.

Nome *

E-mail *

Messaggio *

Cliccando sul pulsante invia, si autorizza Lo Studio Vernieri Cotugno al trattamento dei dati personali nel rispetto del Dlgs 196/2003, in conformità a quanto indicato nella sezione Privacy.

 

Facebook Comments
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*