Stabilità 2018: Ecco tutte le novità belle o brutte…

(Last Updated On: 16 Novembre 2018)

Stabilità 2018: Ecco tutte le novità belle o brutte…

Apriamo finalmente i doni che Babbo Natale ci ha lasciato sotto l’albero e scopriamo insieme se siamo stati buoni o cattivi… ecco cosa ci aspetta nel 2018.

Ecco tutte le novità contenute nella manovra 2018: dalle agevolazioni contributive a quelle per la casa. Vediamole nel dettaglio.

Pacchetto Casa

Ecco tutte le novità e i rinnovi per il 2018:

  • detrazione risparmio energetico: prorogata fino al 31 dicembre 2018 la detrazione del 65%;
  • detrazione ridotta al 50% per le spese relative all’acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto (la detrazione non spetta se si installano caldaie con efficienza inferiore alla classe A);
  • detrazione del 65% per gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di efficienza almeno pari alla classe A e contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti, appartenenti alle classi V, VI oppure VIII, o con impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, o per le spese sostenute per l’acquisto e posa in opera di generatori d’aria calda a condensazione;
  • detrazione del 50% per le spese sostenute nel 2018 per l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, fino a un valore massimo della detrazione di € 30.000;
  • nuova spesa agevolabile con detrazione al 65%: acquisto e posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti, fino a un valore massimo della detrazione di € 100.000;
  • la possibilità di cessione del credito corrispondente alla detrazione viene estesa anche alle ipotesi di interventi di riqualificazione energetica effettuati sulle singole unità immobiliari;
  • Bonus mobili ed elettrodomestici: prorogata fino al 31 dicembre 2018 la detrazione del 50% per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici di classe non inferiore ad A+ ovvero A per i forni (la detrazione spetta solo in riferimento agli interventi di ristrutturazione iniziati a decorrere dal 1° gennaio 2017);
  • Bonus verde: introdotta nel 2018, detrazione del 36% per le spese sostenute (nel limite massimo di € 5.000) per gli interventi di “sistemazione a verde”;
  • Detrazione per recupero edilizio: prorogata fino al 31 dicembre 2018 la detrazione del 50%.

Sgravi INPS

Per favorire le assunzioni stabili, è previsto per i datori di lavoro dal primo gennaio uno sgravio contributivo del 50% per i primi tre anni di contratto a tutele crescenti (con un tetto massimo di € 3.000 annui). È necessario che il lavoratore non abbia avuto altri contratti di lavoro subordinato. Il bonus è valido per gli under 35 nel 2018 e per gli under 30 a decorrere dal 2019. Lo sgravio contributivo sale al 100% se trattasi di assunzione di un giovane che ha effettuato l’alternanza scuola-lavoro o l’apprendistato con lo stesso datore di lavoro.

Clausole di salvaguardia

Scongiurato almeno per ora l’aumento delle aliquote IVA per il 2018 e delle accise per il 2019; rimodulati gli aumenti IVA per il 2019, invariati gli aumenti IVA e accise per gli anni successivi.

Immobili Locati

Cedolare secca ridotta per alloggi a canone concordato: Prorogata per altri due anni (2018 e 2019) la cedolare secca con aliquota al 10% per i contratti a canone concordato

Detrazione canoni di locazione studenti universitari fuori sede: Reintrodotta la detrazione IRPEF riferita ai canoni di locazione di alloggi universitari per gli studenti “fuori sede”, iscritti ad un corso di laurea presso una università ubicata in un comune distante da quello di residenza almeno 100 chilometri e, comunque, in una provincia diversa, per unità immobiliari situate nello stesso comune in cui ha sede l’università o in comuni limitrofi, per un importo non superiore a € 2.633. Il requisito della distanza necessario per fruire dell’agevolazione si intende rispettato anche all’interno della stessa provincia ed è ridotto a 50 km per gli studenti residenti in zone montane o disagiate.

Nuovo calendario fiscale

Cambiano le scadenze delle dichiarazioni ovvero:

  • la dichiarazione pre-compilata scade il 23 luglio;
  • la Dichiarazione dei Redditi – ex Modello Unico – scade il 31 ottobre, insieme con IRAP e 770.

Fatturazione Elettronica

L’obbligo di fatturazione elettronica scatterà dal 1° luglio del 2018 solo per la certificazione delle operazioni relative a cessioni di benzina e gasolio e delle prestazioni rese da subappaltatori e subcontraenti negli appalti pubblici. Dal 2019 l’obbligo sarà esteso a tutte le operazioni anche tra privati (B2B) e nei confronti dei consumatori finali (B2C).

Bonus abbonamenti trasporto pubblico

Reintrodotta la detrazione del 19% per le spese, fino a un massimo di € 250, sostenute per l’acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale.

Le somme rimborsate o sostenute dal datore di lavoro per l’acquisto dei titoli di viaggio per il trasporto pubblico locale del dipendente e dei familiari non concorrono a formare reddito di lavoro.

Industria 4.0

Inserito un credito d’imposta per le spese di formazione nel settore delle tecnologie 4.0 pari al 40% del costo sostenuto per la formazione nel settore delle tecnologie del personale dipendente fino ad un importo massimo di € 300.000.

Prorogati anche per il 2018 il super ammortamento che scende al 130% e l’iper ammortamento invariato al 250%. Inseriti nell’elenco dei beni immateriali strumentali su cui si applica l’iper ammortamento alcuni sistemi di gestione per l’e-commerce e specifici software e servizi digitali

Altre misure

  • Stop al pagamento degli stipendi in contanti: bisogna effettuare il pagamento tramite bonifico bancario o con assegno;
  • Bonus bebè anche nel 2018, ma solo per un anno (non più per i primi tre anni di vita del bambino). Resta a € 80 al mese, oppure a € 160 per le famiglie più disagiate;
  • Limite di reddito complessivo figli a carico: innalzato dal 1° gennaio 2019, per i figli di età non superiore a 24 anni, il limite di reddito complessivo per essere considerati fiscalmente a carico è elevato a € 4.000;
  • Agevolazioni fiscali per studenti con disturbo specifico di apprendimento (DSA): introdotta una detrazione del 19% per le spese sostenute a favore di minori o di maggiorenni, con diagnosi di DSA, fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado;
  • Pagamenti delle pubbliche amministrazioni: dal 1° marzo 2018 si riduce da € 10.000 a € 5.000 la soglia oltre la quale le PA, prima di effettuare pagamenti a qualunque titolo, devono verificare se il beneficiario ha debiti tributari;
  • Canone RAI per il 2018: confermata riduzione a € 90;
  • Sospensione F24: L’Agenzia delle Entrate può sospendere, fino a 30 giorni, l’esecuzione delle deleghe di pagamento contenenti compensazioni che presentano profili di rischio;
  • Web tax: istituita l’imposta sulle transazioni digitali (esclusi gli e-commerce), con l’aliquota del 3% sul valore della singola transazione;
  • IRI: la disciplina dell’imposta sul reddito d’impresa si applica a decorrere dal 1° gennaio 2018.

 

Ancora non hai provato la nostra nuova APP?

Fai ancora le fatture con Excel o vuoi provare un nuovo software per creare fatture belle ed avere tutti i tuoi documenti sempre con te? Prova Gratis la nostra APP e scopri tutte le NUOVE FUNZIONI!

 

 

Facebook Comments
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.