Di Categorie: 730 e Modello UnicoPubblicato il: 18/07/2022Last Updated: 18/07/2022

I primi rimborsi legati alle dichiarazioni fiscali stanno per arrivare. Il riconoscimento del credito IRPEF però continuerà a essere erogato fino alla fine dell’anno in corso 2022. Questo perché i tempi di erogazione sono direttamente collegati alla data di presentazione del modello 730, la cui data di scadenza per quest’anno è stata fissata al 30 settembre 2022. Vediamo nel dettaglio come funziona il rimborso 730/2022. 

Quando arriva il rimborso 730/2022?

Generalmente, il rimborso del modello 730 è erogato in concomitanza dello stipendio del mese successivo a quello in cui il sostituto d’imposta (ossia il datore di lavoro), ha ricevuto il prospetto di liquidazione. 

Questo significa che i lavoratori dipendenti che hanno inviato il modello 730/2022 entro e non oltre il 31 maggio, riceveranno il rimborso 730/2022 con la busta paga di luglio. 

A seguire ci saranno tutti gli invii successivi. 

NOTA BENE: il termine di erogazione per i pensionati è diverso e rispetta la regola del secondo mese successivo alla data di presentazione della dichiarazione dei redditi. 

Quali sono le date per il rimborso 730/2022?

È l’articolo 16bis del Decreto Fiscale numero 124/2019, a stabilire la correlazione tra la dichiarazione dei reddito e il rimborso IRPEF. Nello specifico, gli slot di conguaglio sono in tutto sei, e il sostituto d’imposta è tenuto a rispettarli tutti. 

  • 15 giugno per le dichiarazioni presentate entro il 31 maggio
  • 29 giugno per le dichiarazione presentate tra il 1° e il 20 giugno
  • 23 luglio per le dichiarazione presentate tra il 21 giugno e il 15 luglio
  • 15 settembre per le dichiarazione presentate tra il 16 luglio e il 31 agosto
  • 30 settembre (ottobre – novembre – dicembre) per le dichiarazione presentate tra il 1° e il 30 settembre

Per sapere, quindi, quando arriverà il rimborso IRPEF, occorre sempre considerare la data di presentazione della dichiarazione e i tempi di eleborazione del risultato.

Queste regole valgono per tutti i contribuenti, sia nel caso in cui la presentazione della domanda fosse stata trasmessa in autonomia e/o con il precompilato, sia nel caso fosse stata trasmessa da un operatore del CAF, dal sostituto d’imposta o da un professionista abilitato.

Ci possono essere dei ritardi nel rimborso 730/2022? 

Come in tutti gli ambiti, può capitare che ci siano dei ritardi legati a speciali e particolari situazioni. Queste, infatti, incidono direttamente sul pagamento del rimborso spettante.

Uno dei principali motivi del ritardo del rimborso è legato agli elementi di incoerenza. Questi, infatti, comportano dei controlli più dettagliati a opera dell’Agenzia delle Entrate. Un altro motivo, invece, è legato al riconoscimento di importi pari o superiori ai 4.000 euro. 

Anche in caso di modifiche alla dichiarazione dei redditi precompilata per importi rilevanti rispetto gli anni precedenti, L’agenzia delle Entrate eseguirà controlli più accurati e approfonditi. 

Ne va da sé, che ritardi dovuti a maggiori controlli, implicano anche ritardi nell’erogazione del rimborso e dei pagamenti. I controlli, possono essere eseguiti fino a quattro mesi dalla scadenza di settembre di presentazione della dichiarazione. Questo significa che il rimborso potrebbe arrivare a gennaio 2023. 

Attenzione poi ai controlli dell’Agenzia delle Entrate. Sono infatti sei i mesi di tempo rispetto alla scadenza del 30 settembre che l’AdE ha a disposizione per procede all’esecuzione dei controlli specifici delle posizioni considerate dubbie. E questo si traduce con uno slittamento dei termini di rimborso INPS fino a marzo 2023.

 

Ulteriori dubbi o domande? Ecco la nostra offerta dedicata a chi decide di aprire la partita IVA …

Il servizio è molto semplice ed è rivolto artigiani, freelance e a tutti i tipi di società.

Abbiamo pensato ad un’OFFERTA SPECIALE per chi apre partita IVA.

Acquistando la nostra consulenza via skype o telefono della durata di 30 minuti, al costo scontato di euro 47 iva inclusa, per chi decide di affidare a noi la contabilità le pratiche di start-up sono in omaggio (apertura partita IVA, richiesta PEC, redazione oggetto sociale per le società, compilazione ed invio SUAP al Comune quando richiesto dalla normativa, attivazione società presso la CCIAA competente oltre che iscrizione INPS ed INAIL).

Approfitta subito della nostra offerta!

Scarica i nostri eBook gratuiti

Aprire Partita IVA Ebook
Regime Forfettario - Ebook
Come funziona la SRL - Ebook Il commercialista Online
Commenti
  1. Domenica Imbrico 10/11/2022 at 21:59 - Reply

    Salve ho elaborato il 730 al caf il 9/8/22 ad oggi non ho ancora ricevuto il rimborso mi sapete dare cortesemente delle risposte ?
    Grazie

  2. mariana.ursu10979@gmail.com 07/10/2022 at 09:47 - Reply

    Buongiorno sono marian ho fatto il 730 il 21/7 quando avrò il rimborso sul conto corrente?

  3. Mario Ritacco 22/08/2022 at 11:07 - Reply

    Buongiorno,
    Sono un pensionato, ho presentato il 730 il 31.08.22 quando mi arriverà il rimborso IRPEF….grazie

  4. Surlaru Silvia 19/08/2022 at 09:48 - Reply

    Buon giorno scusate ma a me ancora di arrivare rimborso 730 2020-2021 non so per quale motivo sono bloccati o presentato tutti i documenti alle persone che o in carico come tutti gli anni e adesso non o ricevuto rimborso .anche questo anno o fatto 730 e credo che in decembre ancora mi dicono che sono bloccati …PER QUALE MOTIVO NON RICEVO RIMBORSO ,grazie de la risposta

  5. Francesco Bellomo 13/08/2022 at 11:09 - Reply

    Salve anch’io sono in attesa del rimborso IRPEF, modello presentato all’inizio di giugno.
    Sapete darmi motizie in merito?

  6. Dorin 10/08/2022 at 01:51 - Reply

    Salve,ho fatto la dichiarazione 730/2022 il 27 maggio 2022,ma non ho ancora ricevuto il rimborso.
    Tengo a precisare che dal inizio anno 2022 ho un datore di lavoro diverso da quello del anno precedente. Quale dovrebbe essere il datore di lavoro responsabile del rimborso?Grazie

Altri approfondimenti