Di Categorie: Libero professionista e freelancePubblicato il: 26/10/2022Last Updated: 26/10/2022

Entro il 31 ottobre 2022 è possibile presentare la domanda per l’ISCRO 2022, ossia la cassa integrazione per i liberi professionisti.
L’Indennità Straordinaria di Continuità Reddituale e Operativa è stata introdotta, seppur in via sperimentale, con la Legge di Bilancio 2021. Si tratta di un aiuto per i liberi professionisti senza Albo, quindi iscritti alla Gestione Separata INPS.

ISCRO 2022: i dettagli

I titolari di partita iva iscritti alla Gestione Separata hanno tempo fino al 31 ottobre per presentare la domanda ISCRO 2022. L’importo erogato varia da un minimo di 254,75 euro a un massimo di 815,20 euro, per un totale di 6 mensilità. La somma spettante è interamente gestita ed accreditata dall’INPS al richiedente che rispetta tutti i requisiti richiesti. 

In generale, per ricevere il contributo ISCRO 2022 occorre aver subito una perdita economica pari ad almeno il 50% del proprio reddito rispetto l’anno prima. 

Come funziona ISCRO 2022?

L’indennità Straordinaria di Continuità Reddituale e Operativa è riconosciuta direttamente dall’INPS. La momento, trattandosi di una misura in via sperimentale, è valida e richiedibile per il 2021 (già passato), il 2022 e il 2023. L’importo massimo erogabile è pari a 815,20 euro al mese.

Ma attenzione si potrà percepire l’ISCRO per non più di 6 mesi. 

Esistono inoltre dei requisiti per poter beneficiare della suddetta indennità. Nello specifico:

  • essere iscritti alla Gestione Separata da almeno 4 anni ed essere i regola con gli obblighi contributivi
  • non essere titolari di pensione diretta o percettori del reddito di cittadinanza
  • avere un reddito da lavoro autonomo inferiore al 50% della media nei 3 anni precedenti quello della domanda
  • reddito dell’anno prima rispetto alla presentazione della domanda non superiore a 8.145 euro 

NOTA BENE: sono considerati solo ed esclusivamente i redditi derivanti dall’attività di lavoro autonomo.

Come presentare la domanda ISCRO 2022

Al fine di presentare la domanda occorre accedere al modulo telematico per mezzo dello SPID, della CIE o della CNS.
La domanda può essere inoltrata attraverso il portale web dell’INPS, attraverso il servizio di Contact Center, sia da rete fissa, sia da rete mobile. 

Alla domanda deve essere allegata l’autocertificazione del reddito prodotto negli anni precedenti.

NOTA BENE: in alcuni casi specifici l’INPS può avere già a disposizione la suddetta documentazione. Puoi verificare direttamente nel pannello della domanda. 

Il termine ultimo per presentare la domanda ISCRO 2022 è il 31 ottobre.

Come si calcola il contributo ISCRO 2022

Assodato che l’ISCRO sia erogato per un massimo di 6 mesi, capiamo come viene calcolato.
Esso corrisponde al 25%, su base semestrale, dell’ultimo reddito che è stato dichiarato all’Agenzia delle Entrate. 

Esempio

Ultimo reddito certificato 6.500 euro

La base semestrale corrisponde alla metà, ossia 3.250 euro

Il 25% della base semestrale è 812,50 euro, ossia l’importo mensile ISCRO 2022



Hai necessità di ulteriori Info?

Se hai bisogno di un confronto con il nostro consulente del lavoro per risolvere una problematica inerente un rapporto di lavoro in corso oppure una domanda di NASpI, acquista la nostra consulenza Skype per dissipare tutti i tuoi dubbi:

Scarica i nostri eBook gratuiti

Aprire Partita IVA Ebook
Regime Forfettario - Ebook
Come funziona la SRL - Ebook Il commercialista Online
Commenti

Altri approfondimenti