finanziamenti aziendali giovani

Finanziamenti Aziendali a Fondo Perduto: Bando Giovani 2G

Print Friendly

Vuoi avviare una nuova attività imprenditoriale? Se hai tra i 18 e i 30 anni, ecco come ottenere un finanziamento a fondo perduto fino a 10.000 euro!

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali intende finanziare i giovani  di età compresa tra i 18 e i 30 anni, residenti nelle regioni Lazio, Campania e Sicilia, inoccupati o disoccupati, al fine di incentivare le nuove iniziative imprenditoriali denominato bando Giovani 2G .

Se hai più di 30 anni o non abiti in quelle regioni clicca qui per scoprire un altro bando.

Quali sono i soggetti beneficiari?

Per accedere al finanziamento occorre essere disoccupati o inoccupati, con un’età compresa tra i 18 e i 30 anni, residenti in Lazio, Campania o Sicilia, e avere almeno uno dei seguenti requisiti:

  • cittadini di paesi Extra UE, titolari di un regolare permesso di soggiorno che consente l’esercizio di attività di lavoro autonomo;
  • giovani con origini da paesi Extra UE che abbiano acquisito la cittadinanza italiana successivamente alla nascita.

Qual è l’importo massimo del contributo?

Il progetto prevede l’assegnazione di un contributo massimo a persona di 10 mila euro a fondo perduto.

Inoltre, tra i benefici del bando Giovani 2G c’è l’erogazione di servizi di consulenza e accompagnamento nella fase di avvio della nuova realtà imprenditoriale.

Quale forma giuridica deve avere il richiedente?

Il progetto Giovani 2G è finalizzato al sostegno di imprese e attività imprenditoriali costituite nelle seguenti forme:

  • ditte individuali;
  • società di persone SNC o SAS con la maggioranza dei soci costituita dai giovani che rispettano i requisiti elencati in precedenza;
  • società cooperative nelle quali i giovani potenziali beneficiari rappresentino almeno il 60% del Consiglio di Amministrazione;
  • SRLS costituite da giovani che rispettano i citati requisiti che rappresentino la maggioranza numerica dei componenti ed abbiano la maggioranza delle quote.

Quali spese sono agevolabili?

Il contributo a fondo perduto, del valore di 10.000€, può essere utilizzato per la copertura di alcune spese necessarie per poter costituire e mantenere la nuova attività ovvero nel dettaglio:

  • spese per la costituzione dell’impresa;
  • costi assicurativi e bancari (per un massimo di 800€) connessi alla erogazione dei contributi;
  • iscrizione alla Camera di Commercio;
  • contratti per gli allacciamenti e i collegamenti delle utenze, ma i canoni sono esclusi;
  • costi per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature;
  • mezzi mobili, ma devono essere inerenti all’esercizio dell’attività d’impresa;
  • software utili per le esigenze gestionali dell’attività;
  • opere murarie per le infrastrutture dell’azienda, ma non devono superare il 10% del contributo.

Quali sono i settori di attività ammessi al contributo?

I settori di attività ammessi sono quelli indicati nell’Allegato A del bando. Invece, non sono ammissibili a finanziamento progetti di start up di imprese attive nei seguenti settori:

  • pesca e acquacoltura
  • produzione primaria dei prodotti agricoli
  • trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli quando l’importo dell’aiuto è fissato in base al prezzo o al quantitativo di tali prodotti acquistati da produttori primari o immessi sul mercato dalle imprese interessate, ovvero quando l’aiuto è subordinato al fatto di venire parzialmente o interamente trasferito a produttori primari
  • aiuti ad attività connesse all’esportazione verso paesi terzi o Stati membri
  • aiuti condizionati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti d’importazione
  • aiuti ad Imprese attive nel settore carboniero ai sensi del regolamento (CE) n. 1407/2002
  • aiuti destinati all’acquisto di veicoli per il trasporto di merci su strada da parte di imprese che effettuano trasporto di merci su strada per conto terzi

Come va presentata la domanda?

Le domande per richiedere il finanziamento a fondo perduto di Giovani 2 G va presentata tramite il sito www.giovani2g.it entro e non oltre il 31 maggio 2016, unitamente ad un business plan contenente i dettagli della nuova iniziativa imprenditoriale e sulla fattibilità della stessa.

Una volta inviato la domanda ed aver ricevuto il protocollo generato dal sistema, occorre procedere alla stampa della domanda di partecipazione e perfezionare la candidatura inviando la stessa tramite raccomandata A/R o con consegna a mano al seguente indirizzo:

Business Value s.r.l., Via di Panico 54, CAP 00186 – Roma

in un plico in busta chiusa con la seguente dicitura

DOMANDA PER L’ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI E SERVIZI A SOSTEGNO DELLA NASCITA DI NUOVE REALTÀ IMPRENDITORIALI O DI AUTO IMPIEGO IN FAVORE DI GIOVANI DI ETÀ COMPRESA TRA I 18 E I 30 ANNI CITTADINI DI PAESI NON APPARTENENTI ALL’UNIONE EUROPEA OVVERO GIOVANI CON ORIGINI DA PAESI NON APPARTENENTI ALL’UNIONE EUROPEA CHE ABBIANO ACQUISITO LA CITTADINANZA ITALIANA SUCCESSIVAMENTE ALLA NASCITA

entro il termine improrogabile di 10 giorni lavorativi successivi all’invio della domanda on line.

Se hai altre domande o dubbi puoi contattarci compilando il form sottostante.

Nome *

E-mail *

Messaggio *

Cliccando sul pulsante invia, si autorizza Lo Studio Vernieri Cotugno al trattamento dei dati personali nel rispetto del Dlgs 196/2003, in conformità a quanto indicato nella sezione Privacy.

Facebook Comments
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*