fbpx Skip to content

DURC ONLINE: cos’è e come richiederlo

Cos'è il DURC e come richiederlo online
(Last Updated On: 17 Dicembre 2019)

Il DURC è un documento che attesta la regolarità contributiva di una ditta verso gli enti previdenziali e assistenziali quali INPS, INAIL e Cassa Edile. In pratica, una ditta individuale o una società, anche senza dipendenti, attestano di essere in regola con gli obblighi burocratici e con i versamenti.
Vediamo precisamente cos’è il DURC online, a cosa serve e come richiedere il Documento Unico di Regolarità Contributiva.

DurcOnline: cos’è e a cosa serve?

D.u.r.c. è una sigla: Documento Unico di Regolarità Contributiva. Trattasi di un documento unico di regolarità contributiva che attesta la posizione, regolare o meno, di un’impresa o una società per i contributi sia previdenziali sia assistenziali.

Con il Durc positivo un’azienda certifica non solo la regolarità nei pagamenti, ma anche l’espletamento di tutti gli adempimenti INPS, INAIL e Cassa Edile.

Il rilascio del durc online positivo è necessario per la partecipazione ad appalti, subappalti e lavori pubblici. In particolare è richiesto per:

  • partecipare a tutti gli appalti pubblici, siano essi per la costruzione, i servizi o le forniture
  • gestire servizi e attività pubbliche, prese in gestione dagli enti pubblici (in convenzione e concessione)
  • effettuare lavori a privati in ambito edilizio (quelli che richiedono il rilascio della concessione, al momento della denuncia di inizio attività – Dia)
  • richiedere l’attestazione Soa
  • iscriversi all’Albo dei fornitori
  • ottenere agevolazioni, incentivi (per esempio nelle assunzioni) e sovvenzioni

Come funziona la richiesta Durc on line

La richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva può essere effettuata:

  • tramite un professionista abilitato
  • attraverso le associazioni di categoria
  • direttamente online tramite il sito INAIL o INPS

Dal 2015 la verifica della regolarità contributiva può essere fatta unicamente online. Dal controllo potrebbe risultare un esito:

  • positivo: viene rilasciato un certificato in pdf valido per 120 giorni dal momento in cui lo si richiede
  • negativo: gli enti inviano tramite Pec l’esito della verifica

La richiesta del D.U.R.C. può essere effettuata tramite il sito Inps o il portale Inail. Per richiederlo in autonomia è necessario dotarsi di:

  • indirizzo PEC
  • CNS o credenziali INPS del titolare dell’impresa o del legale rappresentante
  • Smart Card CNS oppure Tessera Sanitaria CNS (TS-CNS) oppure Carta di identità elettronica (CIE)
  • PIN o password della smartcard

Vediamo nel dettaglio come ottenere il Documento Unico di Regolarità Contributiva.

Durc online Inps

Per richiedere il Durc direttamente dal portale web dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (Inps) occorre:

  • collegarsi www.inps.it – Inps durc online
  • entrare nella sezione “prestazioni e servizi”
  • cliccare su Durc online
  • selezionare se si vuole accedere come utente o come stazione appaltante
  • inserire le credenziali di autenticazione: codice fiscale e codice Pin
  • una volta eseguito l’accesso e scelto il servizio, è sufficiente inserire il proprio codice fiscale e l’indirizzo email di posta Pec a cui si vuole ricevere l’esito della richiesta.

Durc online tramite sito Inail

Si può richiedere il rilascio del Durc online anche tramite il portale web dell’Inail. Ecco come:

  • accedere a www.inail.it
  • cliccare su “servizi online”
  • autenticarsi inserendo le credenziali
  • entrare nel servizio Durc online
  • inserire il codice fiscale e l’indirizzo di posta Pec a cui si vuole ricevere l’esito del controllo

Il Durc per i liberi professionisti

I liberi professionisti iscritti in appositi albi sono obbligati a richiedere il DURC alle rispettive casse previdenziali volontarie. Infatti, questo caso il Durc non può essere richiesto tramite lo Sportello Unico Previdenziale, ma è necessario richiedere direttamente alla propria cassa previdenziale di appartenenza il rilascio di un certificato equivalente che attesti la regolarità contributiva.

Quando scade il Durc?

L’ente, effettuati tutti i controlli, se questi hanno un esito positivo, provvede al rilascio del durc che invierà tramite pec con formato Pdf.

Attenzione, la validità del Durc è limitata nel tempo. Generalmente, ha durata mensile, ma arriva a 90 o 120 giorni nel caso di lavori privati in edilizia (per cui serve una concessione e la presentazione della Dia).

Cosa succede se il Durc è negativo?

L’esito della richiesta Durc di certo non è scontata. Infatti, una volta inviata la domanda, gli enti provvedono a effettuare tutti i controlli del caso. Se, a seguito di questi controlli, l’azienda risulta in regola con il versamento dei contributi previdenziali Inps e assistenziali Inail, verrà rilasciato il DURC positivo. In caso contrario, invece, sarà inviata una pec con le varie irregolarità da sanare.

Dal momento del ricevimento della pec, è possibile regolarizzare la propria posizione in 15 giorni. A seguito della regolarizzazione, il sistema telematico riprenderà effettuerà ulteriori controllo ed eventualmente rilascerà il Durc.

Nel caso in cui dalle verifiche dell’ente risultano eventuali debiti contributivi INPS o assistenziali INAIL è possibile richiedere una dilazione. Leggi anche: Debiti contributivi: ecco come fare la rateizzazione INPS


Dubbi, perplessità e domande invadono la tua testa?

Vuoi ricevere maggiori informazioni? O richiedere delucidazioni sulla dichiarazione integrativa?

Ti basta fissare una Skype call per comunicare direttamente con i nostri Professionisti e ricevere l’assistenza necessaria.

Clicca il bottone qui sotto!
Commenti Facebook
[tags]
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Vernieri Cotugno Dott.ssa Michela

Lascia un commento

Lascia un commento!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fattura Elettronica

fattura elettronica

Scarica l’app

app per Android

app per iOS

Scarica i nostri eBook gratuiti

ditta individuale

regime forfettario

Srl o Srls?
Ebook aprire la partita IVA

Aprire Partita Iva?

Scarica Gratis il nostro Ebook per evitare ERRORI e COSTOSE SANZIONI