Skip to content
BONUS PARTITE IVA REGIONI

Bonus Partite IVA dalle Regioni: le misure economiche per l’emergenza Coronavirus

Sommario
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
(Last Updated On: 29 Aprile 2020)

Oltre all’ormai ben noto bonus di 600 euro presente nel Decreto Cura Italia di marzo, le Regioni si stanno attivando per dare aiuti e sostegni concreti alle PMI e ai lavoratori autonomi. Sono diversi, infatti, i prestiti agevolati e i bonus partite IVA emanati dalle Regioni del nostro Bel Paese.
Vediamo insieme una panoramica generale di quali sono le misure attive ad oggi e le principali caratteristiche di quest’ultime, dai bonus partite IVA, ai prestiti agevolati o a fondo perduto.

ATTENZIONE: consigliamo di visitare sempre il sito ufficiale della propria Regione al fine di essere aggiornati su eventuali cambiamenti, modifiche, aggiornamenti o sull’introduzione di nuove misure economiche a sostegno delle partite IVA.

Bonus dalle Regioni per le partite IVA

Da Nord a Sud, le Regioni hanno varato o si stanno attivando per mettere in atto iniziative a livello territoriale volte a sostenere in questo periodo di emergenza e crisi Coronavirus, tutti i possessori di partita IVA, siano essi imprese e professionisti.

Sono già stati approvati i provvedimenti della Regione Campania. Si tratta del piano di aiuti maggiormente d’impatto e a favore delle partite IVA, con contributi una tantum pari a 1.000 euro per i professionisti e 2.000 euro per le imprese. Anche nel Lazio si sta lavorando attivamente al Piano Pronto Cassa che trova come beneficiari le imprese fino a 9 dipendenti e i lavoratori autonomi, con un finanziamento a tasso zero, restituibile in 10 anni, per un importo massimo di 10.000 euro.

La Regione Basilicata ha stanziato un fondo pari a 9 milioni di euro rivolto ad autonomi e liberi professionisti per accedere a finanziamenti da 5.000 a 30.000 euro. Tale finanziamento serve a coprire tutte le spese connesse alla propria attività (affitto, bollette, dipendenti, collaboratori, etc).

L’Emilia Romagna ha previsto diverse tipologie di prestiti alle imprese, oltre a un bonus pari a 1.000 euro per tutti gli operatori sanitari che ogni giorno lavorano in prima linea per combattere l’emergenza Covid-19.

Lavoratori autonomi, micro, piccole e medie imprese del Piemonte potranno beneficiare di finanziamenti a fondo perduto per un importo massimo pari a 7.500 euro al fine di coprire gli oneri relativi alla concessione di credito da parte degli Istituti bancari.

ATTENZIONE: i provvedimenti sono in via di definizione e sono paralleli alle misure statali, come il Bonus 600 euro e i finanziamenti da 25.000 euro garantiti dallo Stato.

Campania: i bonus Partite IVA e imprese

Sono al momento 604 milioni di euro i fondi stanziati dalla Regione Campania per il Piano per l’Emergenza Socio Economica. Di questi, una grossa fetta è riservata ai lavoratori autonomi e alle imprese.
Gli interventi e le misure di sostegno al momento pianificate sono le seguenti:

  • costituzione di un fondo di liquidità Cofidi
  • bonus a lavoratori autonomi e liberi professionisti
  • bonus a fondo perduto per le micro imprese
  • aiuti economici per aziende agricole e della pesca
  • contributi ad aziende in consorzi ASI

I bonus per le partite IVA

Liberi professionisti e lavoratori autonomi della Regione Campania, con un fatturato inferiore ai 35.000 euro nel 2019 e con una riduzione delle attività nei primi 3 mesi del 2020, hanno diritto nel mese di maggio a un assegno individuale una tantum pari a 1.000 euro, oltre a quello già riconosciuto dal Governo a seguito del Decreto Cura Italia.

Le micro imprese campane, con un numero di dipendenti inferiore a 10 e un fatturato non superiore ai 100.000 euro, colpite dalla crisi economico finanziaria legata al Coronavirus, riceveranno nel mese di aprile un contributo una tantum pari a 2.000 euro.

Si tratta di misure straordinarie, parallele con i bonus famiglia che sono in via di definizione e all’aumento delle pensioni minime a 1.000 euro per i mesi di maggio e giugno.

Molise: finanziamenti per le partite IVA

Le micro e piccole imprese con sede nel Molise, costrette a sospendere la propria attività a seguito dei provvedimenti normativi a contenimento dell’emergenza Coronavirus, hanno diritto a prestiti a tasso zero fino a 5.000 euro. Tali imprese devono risultare attive in data 1 febbraio 2020 e un fatturato dichiarato ai fini dell’imposta sul valore aggiunto non superiore a 200.000 euro.

Il finanziamento può essere richiesto direttamente tramite il seguente link: MOSEM.

I dettagli del finanziamento possono essere verificati QUI.

Abruzzo: contributi a fondo perduto

La Regione Abruzzo ha stanziato 6 milioni di euro rivolti a titolari di partita IVA, liberi professionisti e imprese. Al fine di rispondere alla necessità di liquidità delle attività più colpite dall’emergenza Coronavirus, è stato stanziato un contributo a fondo perduto fino a 5.000 euro a copertura del 40% degli investimenti effettuati.

Tutti i dettagli QUI.

Lazio: i bonus per le partite IVA

Per le MPMI (micro, piccole e medie imprese) del Lazio è stato varato un piano di interventi economici per un valore totale di 450 milioni di euro a sostegno della liquidità dei titolari di partita iva. Il tutto gestito dal progetto Pronto Cassa. Si tratta di concedere a imprese e liberi professionisti la possibilità di accedere a un finanziamento a tasso zero per un importo massimo pari a 10.000 euro.
La durata del finanziamento è variabile, da 1 a 5 anni.
Gli aventi diritto di tale finanziamento devono avere la sede operativa nel Lazio, essere stati costituiti entro l’8 marzo 2020, essere operanti in ogni settore, a eccezione di quelli definiti “non etici”.

TUTTI I DETTAGLI E LE MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DOMANDA: QUI

Piemonte: finanziamenti per imprese e professionisti

La Regione PIemonte ha previsto una serie di contributi a fondo perduto per le imprese beneficiarie di finanziamenti legati ad esigenze di liquidità. Sono garantiti fino a 7.500 euro per beneficiario volti alla copertura dei costi legati alla concessione di credito.

Il bando sarà disponibile nelle prossime settimane, ma intanto le imprese interessate si possono rivolgere al proprio Istituto per richiedere già il finanziamento, che sarà la condizione per accedere al bonus.

Tutti gli aggiornamenti al seguente link: Coronavirus imprese piemontesi

NOTA BENE: le Regioni si stanno attivando per mettere in campo aiuti concreti non solo per le imprese e le partite IVA. Sono al vaglio anche interventi rivolti alle famiglie, consultabili Regione per Regione, al seguente LINK.


REGISTRATI GRATUITAMENTE
40 GIORNI DI PROVA per scoprire le potenzialità di gestione della contabilità da APP

Nessun Commento, inserisci il tuo!


Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scarica i nostri eBook gratuiti

ditta individuale

regime forfettario

Srl o Srls?

Fattura Elettronica per Desktop:

Fattura elettronica

Fattura Elettronica per Smartphone:

app per Android

app per iOS

Unisciti ad oltre 25.000 iscritti

Iscriviti alla Newsletter de “Il Commercialista Online” per ricevere utili aggiornamenti gratuiti su fisco, lavoro e contabilità.

icona ilcommercialistaonline.it

Il commercialista online

App

Gratis per 40 giorni

#solidarietàdigitale

Gestione semplificata della fatturazione attiva e passiva

Ebook aprire la partita IVA

Aprire Partita Iva?

Scarica Gratis il nostro Ebook per evitare ERRORI e COSTOSE SANZIONI