Come funziona e a chi spetta il bonus bollette 2023?

Di Pubblicato il: 24/01/2023Categorie: Novità fiscali e AdempimentiLast Updated: 24/01/2023

A seguito della nuova Legge di Bilancio, in vigore dal primo gennaio scorso, la platea dei destinatari del bonus bollette 2023 si è allargata. Questo significa che molte più famiglie potranno beneficiare del suddetto bonus. 

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta. 

Che cosa è il bonus bollette 2023

Il Governo ha aumentato, almeno per i primi 3 mesi dell’anno, il limite massimo dell’ISEE per beneficiare del bonus bollette 2023. In precedenza tale importo era stato fissato a 12.000 euro. Ad oggi invece il limite è pari a 15.000 euro. quindi, coloro i quali hanno un ISEE fino a 15.000 euro hanno diritto di accesso ai bonus sociali luce e gas.

NOTA BENE: ad oggi, il limite dell’ISEE a 15.000 euro per beneficiare del bonus bollette, è valido dal 1 gennaio al 31 marzo 2023.

In sostanza, il bonus bollette riduce i costi delle utenze domestiche per la fornitura di gas ed elettricità. Di fatto non è un nuovo bonus, ma semplicemente un’estensione dei destinatari dell’agevolazione al fine di sostenere le famiglie più in difficoltà a seguito dei rincari dei costi delle forniture. 

Chi sono i destinatari del bonus bollette 2023?

Per tutto il primo trimestre 2023, il bonus bollette 2023 spetta ai cittadini e ai nuclei familiari in disagio economico. Nello specifico:

  • nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 15.000 euro

oppure

  • nucleo familiare con almeno 4 figli a carico e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro

oppure:

  • nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza

Inoltre 

  • uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve risultare intestatario di un contratto di fornitura elettrica o di gas naturale o idrica

oppure:

  • uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve usufruire, in locali adibiti ad abitazioni a carattere familiare, di una fornitura condominiale (centralizzata) di gas naturale e/o idrica per uso civile e attiva.

Come funziona il bonus bollette 2023?

Il bonus bollette è riconosciuto in modo automatico a tutti i cittadini o nuclei familiari che presentano la DSU, ossia la Dichiarazione Sostitutiva Unica e che hanno un ISEE inferiore a 15.000 euro. Una volta presentata la certificazione ISEE, il bonus sconto sarà presente direttamente sulla bolletta o tramite accredito. 

NOTA BENE: i bonus sociali sono retroattivi. Questo significa che chi non l’ha ricevuto perchè non aveva ancora ottenuto per esempio la certificazione ISEE, avrà diritto al bonus bollette 2023 nel trimestre successivo. 

Hai bisogno di aiuto?
Hai un problema fiscale, contabile o del lavoro e non sai come risolvere?
Acquista la Consulenza Personalizzata di un Professionista Esperto

Con la nostra Consulenza Personalizzata avrai 30 minuti con un commercialista specializzato per approfondire l’argomento che più ti interessa e per capire come risolvere il tuo problema.

Abbiamo una grande esperienza in consulenze online, siamo stati i primi del settore e seguiamo le aziende da più di 20 anni sia online che presso i nostri studi.

Ogni anno teniamo più di 1.500 ore di consulenze online!

Approfitta subito della nostra offerta! I nostri professionisti sono pronti a rispondere alle tue domande.

Commenti
  1. Dani 27/01/2023 at 10:33 - Reply

    Buongiorno non so se qualcuno può delucidarmi. Quanto segue in questo articolo, il bonus è retroattivo dunque chi le spettava e non l’ha ricevuto in automatico nel terzo trimestre viene applicato . Noi abbiamo fatto isee a dicembre per la nascita di mia figlia, la bolletta gas che ci è arrivata non mi è stato calcolato isee in quanto mi hanno detto che non c’era ancora nei loro sistemi.. vuol dire che appena a loro comparirà il nostro stato isee vengono scalati questi soldi pagati della bolletta? Come funziona grazie