Bando INAIL 2019: cos’è ISI INAIL, come funziona e qual è il contributo a fondo perduto

Bando INAIL 2019
 
(Last Updated On: 30 Aprile 2019)

Anche per quest’anno l’INAIL, Istituto Nazionale Assicurazioni Infortuni sul Lavoro, ha pubblicato un bando per finanziamenti a fondo perduto alle imprese. Trattasi del bando INAIL 2019 per il quale sono stati messi a disposizione circa 370 milioni di euro di incentivi a fondo perduto. 
L’importo è più alto rispetto a quello messo a disposizione negli anni precedenti. Dal 2010 l’INAIL ha stanziato più di due miliardi di euro con lo scopo di ridurre gli infortuni sul lavoro contribuendo alla realizzazione di progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.


Cos’è il bando INAIL 2019?

ISI INAIL è un contributo messo a disposizione delle imprese iscritte in Camera di Commercio. Trattasi avviso pubblico dell’INAIL suddiviso in 5 Assi, differenziati in base ai destinatari. Più precisamente:

  • Generalista – ISI Asse 1: per progetti di investimento e progetti finalizzati all’adozione di modelli di responsabilità sociale e organizzativi
  • Tematica – ISI ASSE 2 relativi ai progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC)
  • Amianto – ISI Asse 3: destinato ai progetti di bonifica da materiali contenenti amianto
  • Micro e Piccole Imprese – ISI Asse 4: relativo ai progetti per le imprese operanti in specifici settori di attività (Ateco 2007 A03.1, C13, C14, C15)
  • Agricoltura – ISI Asse 5 per i progetti per le piccole e micro imprese operanti nella produzione agricola.

I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento delle risorse finanziarie, secondo l’ordine cronologico di consegna delle domande. del bando INAIL 2019.

Beneficiari del Bando INAIL 2019

Possono presentare la richiesta tutte le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio, industria, artigianato e agricoltura. Anche gli enti del terzo settore (organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, enti filantropici, imprese sociali, etc.) possono partecipare al secondo asse di finanziamento.

Sono escluse invece:

  • le piccole e micro imprese, anche individuali, operanti nei settori Pesca (codice Ateco 2007 A03.1) e Tessile-Confezione-Articoli in pelle e calzature (codici Ateco 2007 C13, C14 e C15)
  • le micro e piccole imprese, comprese quelle individuali, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.

Finanziamento a fondo perduto

Il bando INAIL 2019 ISI prevede un contributo in conto capitale fino al 65% delle spese sostenute per ogni progetto ammesso, con un tetto massimo di 130.000 euro per ogni impresa ammessa al progetto.

Ogni impresa potrà presentare una sola domanda per un solo asse di finanziamento e per un solo tipo di progetto.

Prima di erogare i fondi, l’Istituto effettua una verifica tecnico amministrativa per appurare la fattibilità del progetto e stabilire se è, o meno, finanziabile.

È possibile chiedere un anticipo del contributo ISI INAIL?

Una volta ammessa la domanda al finanziamente, è possibile richiedere un anticipo del 50% dell’incentivo fornendo una fidejussione assicurativa. Lo scopo è di dare alle imprese la possibilità di alleggerire l’investimento iniziale.

Quali sono le spese ammesse al bando ISI INAIL?

Sono ammesse al finanziamento le spese necessarie alla realizzazione del progetto, le spese accessorie o strumentali funzionali alla realizzazione dello stesso e indispensabili per la sua completezza, nonché le eventuali spese tecniche, così come previsto dall’Avviso Pubblico.

Il finanziamento è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA.

Le spese ammesse a finanziamento devono essere riferite a progetti non iniziati o conclusi alla data del 30 maggio 2019. Le spese agevolabi sono sono le seguenti:

  • macchinari, attrezzature, dispositivi vari (nuovi di fabbrica): es. piattaforme aeree, carrelli elevatori, movimentatori e sollevatori telescopici (muletti, bobcat, merli, ragni, palegru leggere/gru a struttura limitataargani, paranchi, manipolatori, ecc.), robot/robot collaborativi, sistemi automatici di alimentazione
  • impianti di aspirazione e captazione gas, fumi, nebbie, vapori o polveri
  • rimozione eternit (smaltimento amianto)
  • pavimentazione (es. antiscivolo, antisdrucciolo, ecc.)
  • trattori agricoli e macchine agricole o forestali.

Quali sono le spese non finanziabili dal bando INAIL 2019

Non sono ammesse al finanziamento promosso dal bando INAIL 2019 le seguenti spese riferite a:

  • acquisto di beni usati
  • progetti in corso o già realizzati alla data di comunicazione di ammissione al contributo
  • automezzi e mezzi di trasporto su strada, aeromobili, imbarcazioni e simili
  • impianti o comunque altra spese finalizzate alla salvaguardia dell’ambiente
  • hardware, software e sistemi di protezione informatica fatta eccezione di quelli utilizzati per il miglioramento della sicurezza e delle condizioni di salute
  • mobili e arredi
  • interventi da effettuarsi in locali diversi da quelli nei quali è esercitata l’attività lavorativa al momento della presentazione della domanda
  • manutenzione ordinaria degli ambienti di lavoro, di attrezzature, macchine e mezzi d’opera
  • acquisizioni tramite contratti di leasing
  • esclusivo smaltimento dell’amianto (lo smaltimento è ammesso solo nel caso in cui l’intervento rientri in un progetto complessivo volto al miglioramento delle condizioni di salute dei lavoratori dell’azienda nel quale è compresa la rimozione dell’amianto, ad esempio presente in coperture, per coibentazione, ecc.)
  • acquisto di macchinari o apprestamenti indispensabili per l’erogazione di un servizio o per la produzione di un bene, di cui l’impresa non dispone ma che deve possedere per poter volgere la propria attività aziendale
  • ogni altra spesa non riferita ai progetti.

Come presentare la domanda

I finanziamenti a fondo perduto vengono erogati fino a esaurimento dei fondi disponibili, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande.

La modalità di presentazione delle domande è telematica, tramite la sezione “Servizi online” del sito INAIL.

L’invio della domanda online sarà possibile nei giorni e orari (cosiddetto click day) comunicati sul sito INAIL a partire dal 6 giugno 2019.

Il bando prevede tre fasi per l’accettazione della richiesta di finanziamento.

  • la prima fase, che va dal 11 aprile al 30 maggio 2019, prevede l’accesso alla sito INAIL, e consiste nella compilazione della domanda e l’assegnazione del codice di ammissione
  • la seconda fase, denominata appunto click day, prevede l’invio effettivo della domanda
  • la terza fase, infine, prevede l’invio della documentazione necessaria per l’accettazione della domanda

Bando ISI 2019: la documentazione

Cliccando sul link di seguito è possibile scaricare direttamente l’Allegato 1.2 del Bando con tutte le specifiche del progetto finanziabile: Bando ISI INAIL 2018 | Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale

Tutte le altre info e documentazione ufficiale sono disponibili sul sito INAIL, al seguente link: Bando Isi INAIL 2018


Vuoi ricevere maggiori informazioni? Clicca il bottone qui sotto!
Facebook Comments

Recommended Posts

1 Comment


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *