Di Categorie: Novità fiscali e AdempimentiPubblicato il: 12/08/2021Last Updated: 12/08/2021

Spesso ci capita di ricevere delle domande inerenti marchi e brevetti. Ecco, dunque, un articolo di approfondimento che raccoglie le informazioni principali.
Iniziamo con il definire e distinguere basilarmente il marchio e il brevetto.
Il marchio costituisce il diritto esclusivo sull’impiego di un segno in relazione a prodotto e servizi ed è compito del titolare registrarlo.
Il brevetto costituisce un diritto esclusivo concesso per la protezione di un’invenzione, un prodotto o un procedimento. Lo scopo è proteggere i propri investimenti in ricerca, innovazione e sviluppo, e contestualmente riuscire ad acquisire risorse economiche aggiuntive. 

Marchio

Il marchio è uno dei pilastri portanti dei diritti di proprietà intellettuale, disciplinati dal Codice della Proprietà Industriale. Esso viene molto utilizzato in ambito industriale e commerciale, più in generale, in attività imprenditoriali, per identificare i prodotti o i servizi resi da un’impresa sul mercato e differenziarli da prodotti o servizi simili, ma appartenenti ad altri imprenditori.

Le funzioni del marchio sono varie, ma possono essere riassunte come segue:

  • DISTINTIVA
    volta a comunicare al consumatore l’origine imprenditoriale del prodotto o servizio
  • QUALITATIVA
    il connsumatore associa specifiche qualità del prodotto o del servizio anche all’impresa stessa
  • COMUNICATIVA
    le informazioni relative all’impresa, ai prodotti e ai servizi, sono tutte caratterizzate dal marchio
  • PUBBLICITARIA
    consente di attirare i consumatori verso specifici prodotti o servizi
  • D’INVESTIMENTO
    con lo scopo di affermare e incrementare la reputazione dell’impresa e l’attrattiva dell’imprenditore

Quali sono le caratteristiche principali di un marchio?

Il marchio per essere legittimo deve rispettare particolari requisiti e caratteristiche. 

  1. essere nuovo
  2. avere capacità distintiva
  3. essere lecito

Si parla poi di marchio generale quando è utilizzato da un imprenditore per tutti i suoi prodotti o servizi. In questi casi, spesso coincide con la ragione sociale dell’impresa.
Si parla invece di marchio speciale quando è utilizzato per caratterizzare specifici prodotti o servizi di un imprenditore

Si è soliti anche fare un altro tipo di distinzione tra marchi. Nello specifico:

  1. marchio di fabbrica
    apposto dall’imprenditore che produce uno specifico prodotto
  2. marchio di commercio
    apposto dall’imprenditore che vende specifici prodotti
  3. marchio di servizio
    utilizzato dai fornitori di servizi

Cosa non può essere registrato come marchio?

Attenzione perchè non tutti i segni o i nomi possono essere considerati e registrati come marchio. Esistono, infatti, dei vincoli. Non possono essere utilizzati:

  • ritratti di persone, nomi differenti da quelli el richiedente, segni notori (fatta eccezione per consenso esplicito)
  • segni costituisti unicamente dalla forma o da una caratteristica imposta dalla natura del prodotto
  • stemmi e simboli di interesse pubblico, o lesivi dell’immagine o della reputazione dello Stato italiano
  • indicazioni geografiche

Brevetto

Il brevetto è concesso per le invenzioni industriali e conferisce al titolare il diritto di utilizzare in via esclusiva l’invenzione, traendone profitto per 20 anni. Trascorsi i quali, attenzione, non vi è possibilità di rinnovo. 

La registrazione di un brevetto comporta diversi vantaggi, relativi a:

  • concessioni di licenze d’uso: il titolare del brevetto cede l’uso a terzi in cambio di denaro
  • conclusione di accordi commerciali: ingresso di nuove imprese sul mercato
  • ottenimento di risorse finanziarie integrative in fase di produzione e commercializzazione

L’oggetto del brevetto può riguardare qualsiasi tipo di invenzione, sia essa un prodotto o un processo per la realizzazione di un bene o un servizio.
Il brevetto può essere concesso se:

  • ha per oggetto idee innovative ed è frutto ai attività inventiva
  • le idee alla base siano lecite e atte ad avere un’applicazione industriale
  • le idee sono oggetto di tutela brevettuale

Cosa non si può brevettare?

Ci sono dei requisiti affinché un’invenzione sia brevettabile. Esistono, infatti, delle invenzioni che non sono brevettabili, come per esempio:

  • idee, concetti, scoperte, teorie scientifiche e metodi matematici
  • regole di gioco, sistemi per la lotteria, metodi di insegnamento e piani di lavoro
  • procedimenti della diagnostica, terapia e chirurgia, che vengono applicati al corpo umano o di animali
  • varietà vegetali, razze animali e processi essenzialmente biologici per l’ottenimento di animali e di piante
  • creazioni estetiche che possono essere eventualmente protette come design o sono protette dal diritto d’autore
  • programmi di computer i quali sono protetti dal diritto d’autore
  • invenzioni la cui applicazione sarebbe contraria all’ordine pubblico e al buon costume

Marchi e brevetti: come registrarli

La vera e propria registrazione di marchi e brevetti è preceduta dalla valutazione dei requisiti. Ecco perchè è sempre meglio rivolgersi a un professionista del settore specializzato in queste operazioni. Le principali caratteristiche a cui prestare attenzione sono le seguenti:

  • controllare che marchi e brevetti rispettino tutti i requisiti di legge
  • verificare la non presenza di un marchio registrato simile o uguale
  • avere la certezza che il marchio non abbia caratterisitiche negative in Italia e all’esterno

Sono vari e molteplici i modi per procedere alla registrazione di marchi e brevetti. Quello più veloce avviene per via telematica. Mediante la piattaforma online è possibile procedere per step all’intero iter di registrazione. 

In alternativa è possibile procedere alla registrazione presentando la domanda su moduli cartacei direttamente in Camera di Commercio.

Ulteriori info? Chiedi al “Commercialista Online

Acquista la nostra Consulenza Personalizzata con un professionista specializzato per approfondire l’argomento che ti interessa!


Scarica i nostri eBook gratuiti

Aprire Partita IVA - Ebook Il commercialista Online
Regime Forfettario - Ebook Il commercialista Online
Come funziona la SRL - Ebook Il commercialista Online
Commenti

Altri approfondimenti