Di Categorie: Novità fiscali e AdempimentiPubblicato il: 26/11/2021Last Updated: 17/12/2021

Per recarsi in Australia è necessario un visto. La tipologia di visto più richiesta è l’eVisitor, un visto Australia perfetto per una vacanza, ma anche per un viaggio d’affari. Per poter lavorare in Australia, inoltre, occorre rispettare una serie di condizioni. Leggi questo articolo per scoprire se puoi richiedere un eVisitor o se ti servirà un altro tipo di visto.

Il visto eVisitor (subclass 651)

Il visto eVisitor è un visto elettronico che può essere richiesto interamente online. Si tratta della tipologia utilizzata più di frequente, perché è il visto più economico e la procedura di richiesta è semplice e veloce. L’eVisitor può essere richiesto da chi è in possesso della cittadinanza dei seguenti Paesi: Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Germania, Estonia, Finlandia, Francia, Grecia, Ungheria, Irlanda, Islanda, Italia, Croazia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Monaco, Paesi Bassi, Norvegia, Austria, Polonia, Portogallo, San Marino, Romania, Slovenia, Slovacchia, Spagna, Repubblica Ceca, Città del Vaticano, Regno Unito, Svezia e Svizzera.

I viaggiatori provenienti dagli USA, dal Canada e da alcuni Paesi asiatici non possono richiedere un eVisitor, ma un ETA (subclass 601). L’ETA presenta le stesse caratteristiche in termini di requisiti e validità, ma è più costoso. Pertanto, la migliore soluzione per i viaggiatori italiani è quella di richiedere un visto eVisitor per l’Australia.

Attività che si possono svolgere con un visto eVisitor

Con un eVisitor è possibile lavorare in Australia, a patto che il Dipartimento australiano per l’Immigrazione consideri lo spostamento un viaggio d’affari. Le attività menzionate di seguito sono considerate parte di un viaggio d’affari e possono essere svolte viaggiando con un eVisitor:

  • partecipazione a conferenze, fiere e altri eventi
  • riunioni con (potenziali) partner commerciali
  • negoziazione di accordi commerciali
  • partecipazione a una formazione o un training non di carattere medico
  • una delle attività sopracitate in associazione a una vacanza in Australia

Attività che non si possono svolgere con un visto eVisitor

Le seguenti attività, invece, non sono consentite viaggiando un visto eVisitor:

  • assunzione da parte di un’azienda australiana
  • vendita o erogazione di servizi e prodotti per consumatori in Australia
  • vendita o erogazione di servizi e prodotti per aziende o enti in Australia
  • mansioni retribuite da un ente australiano (è invece possibile essere retribuiti dal proprio datore di lavoro con sede al di fuori dell’Australia)

Richiedere il visto online 

Soddisfi i requisiti di cui sopra e non intendi soggiornare in Australia per più di 3 mesi consecutivi? In tal caso puoi richiedere il visto Australia comodamente online, compilando il modulo di richiesta in pochi minuti. Dopo che avrai effettuato il pagamento dei costi del visto, la tua richiesta verrà presa in carico. Il visto viene concesso in media entro 5 giorni e inviato tramite mail dopo il rilascio. Stampa il visto e conservane una copia in versione digitale sul tuosmartphone  o laptop, per poterlo esibire all’arrivo in Australia se ti verrà richiesto ai controlli alla frontiera.

Hai un appuntamento in Australia a breve termine e non hai ancora un visto? Puoi presentare una richiesta urgente. Le richieste urgenti vengono approvate nel 95% dei casi entro un’ora, affinché tu possa partire molto probabilmente il giorno stesso. Tuttavia, il governo australiano effettua controlli a campione più approfonditi sul 5% delle richieste pervenute. Ecco perché in alcuni casi eccezionali, l’elaborazione richiede tempi più lunghi, anche nel caso di una richiesta urgente.

Scarica i nostri eBook gratuiti

Aprire Partita IVA - Ebook Il commercialista Online
Regime Forfettario - Ebook Il commercialista Online
Come funziona la SRL - Ebook Il commercialista Online
Commenti

Altri approfondimenti