7 pillole della Legge di Stabilità 2016

7 pillole della Legge di Stabilità 2016

Print Friendly, PDF & Email

Dai nuovi Regimi agli incentivi sulle assunzioni: i 7 “regali di Natale” della nuova Legge di Stabilità 2016 che troveremo sotto l’albero…

Prima dei doni di Babbo Natale, arrivano con puntualità i “regali” che la Legge di Stabilità ha riservato per tutti noi, senza distinzioni fra buoni e cattivi. Di seguito le principali novità: dal nuovo regime forfetario ai risparmi sulle abitazioni principali.

Pronti a scartarli??? Cominciamo!

positive-1015517_1920PARTITE IVA: minimi vs forfetario sfida finale

Qual è il regime agevolato più conveniente? Come sempre, una formula magica valida per tutti non esiste, la scelta di quale regime adottare va effettuata con dovizia, esaminando caso per caso ed evitando così di affidarsi a trucchi magici che, il più delle volte, si trasformano in illusioni prescindendo da un’attenta valutazione delle variabili in gioco.

Il tempo per il test sulla convenienza ormai è agli sgoccioli: il regime dei minimi infatti potrà essere adottato entro e non oltre il 31 dicembre. Per chi avvia una nuova attività dal primo gennaio 2016, l’unico regime agevolato adottabile sarà quello per i nuovi forfetari.

Per un approfondimento su tutte le novità introdotte per il regime forfetario consulta il link Nuovo Regime Contribuenti Minimi 2016: cosa cambia?

positive-1015517_1920Super ammortamento: che cos’è e chi riguarda

Buone notizie per le imprese e i professionisti che hanno deciso di investire nella propria azienda: con la nuova nelle di stabilità, infatti, potranno beneficiare di un ammortamento pari al 140% sui beni materiali strumentali nuovi,  per i beni acquistati dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016. La deduzione spetterà inoltre anche ai mezzi di trasporto a motore non utilizzati esclusivamente come beni strumentali nell’attività d’impresa.

positive-1015517_1920Nuovo limite di utilizzo per i contanti

Viene innalzato a 3.000 euro il tetto per il pagamento in contante, mentre resta invariato a 1.000 euro il limite per la pubblica amministrazione e per i pagamenti con Money Transfer.

negative-1015516_1920Canone Rai, si paga in bolletta

Il canone Rai passa da 113 a 100 euro, ma si pagherà direttamente nella bolletta elettrica, sarà quindi più difficile evaderlo e l’addebito verrà effettuato in 10 rate consecutive.

negative-1015516_1920Riduzione degli incentivi alle assunzioni

Sorridono meno le imprese che hanno intenzione di assumere nel 2016.  Gli incentivi sulle nuove assunzioni infatti saranno ridotti dal 1° gennaio 2016  scendendo al 40% dei livelli attuali, dureranno due anni e non più tre ed avranno un tetto massimo di 3.250 euro in luogo dagli attuali 8.060 euro.

positive-1015517_1920Bonus ristrutturazioni, risparmio energetico e bonus mobili

Prorogati per il 2016 gli incentivi sulle ristrutturazioni edilizie che prevedono una detrazione IRPEF pari al 50% del costo sostenuto da spalmare in dieci anni.

Stessa proroga prevista per le detrazioni legate agli interventi sul risparmio energetico, che dovrebbero rimanere al 65% per almeno 12 mesi ancora. Rinnovato anche il Bonus Mobili, che consente di detrarre in 10 anni la metà della spesa per gli arredi con possibilità di usufruirne anche per le giovani coppie che acquistano un’abitazione (e non solo a chi la ristruttura).

positive-1015517_1920Meno tasse sulla casa

L’intervento più reclamizzato è senz’altro quello relativo all’abolizione delle tasse sulla prima casa,  l’imu e la tasi infatti vengono cancellate, seppur con alcune eccezioni (resta l’imu per le case di lusso, anche se abitazioni principali, mentre l’imposta viene ridotta alla metà per la seconda casa concessa in uso gratuito ai figli e genitori o al coniuge separato). Una buona notizia per il settore primario è l’abolizione dell’imu sui terreni agricoli e dell’irap per i coltivatori.

Per un approfondimento sull’argomento consulta questo link IMU e TASI in scadenza. E l’anno prossimo?.

Nome *

E-mail *

Messaggio *

Cliccando sul pulsante invia, si autorizza Lo Studio Vernieri Cotugno al trattamento dei dati personali nel rispetto del Dlgs 196/2003, in conformità a quanto indicato nella sezione Privacy.

Facebook Comments
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*