definizione agevolata equitalia

Equitalia: ancora buone nuove per i contribuenti

Print Friendly, PDF & Email

Ulteriori novità Equitalia per i contribuenti: proroga definitiva al 21 aprile 2017 per l’invio della richiesta di adesione alla definizione agevolata e istituzione di un nuovo servizio. il “calcolatore digitale” Contotax.

Proroga delle domande, come cambiano le scadenze?

Con l’approvazione della proroga nei giorni scorsi, il contribuente potrà inviare il modulo di adesione DA1 entro il 21 aprile, tramite il servizio EQUIPRO dedicato a professionisti e intermediari (di cui vi abbiamo parlato nei giorni scorsi) o attraverso i CAF: questo fa slittare al 15 giugno il termine per ottenere la risposta da Equitalia. Le altre scadenze invece non hanno subito cambiamenti, infatti la scadenza per il pagamento in un’unica rata è fissata per il luglio 2017, mentre chi sceglie di versare l’importo definito a rate potrà farlo nel modo seguente:

  • entro dicembre 2017 dovrà versare il 70% del dovuto;
  • entro settembre 2018 dovrà versato il restante 30% del debito.

Ricordiamo che il ritardo, il mancato o parziale pagamento di una delle rate comportano la decadenza dal beneficio della definizione e pertanto il contribuente sarà tenuto a versare l’importo complessivo iscritto a ruolo, oltre le sanzioni e gli interessi.

Contotax, cos’è?

Contotax è il nuovo servizio messo a disposizione da Equitalia per facilitare il contribuente che decide di aderire alla rottamazione. Si tratta di un “calcolatore digitale” a cui possono accedere tutti i contribuenti che vogliono conoscere in tempo reale la propria posizione debitoria nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, dell’INPS, delle Regioni o dei Comuni e valutare la convenienza ad accedere alla definizione agevolata.

A cosa serve Contotax?

Il servizio introdotto da Equitalia permette al contribuente di effettuare in modo autonomo le seguenti operazioni:

  • ottenere un estratto conto per conoscere la propria posizione debitoria dal 2000 nei confronti del Fisco, con l’indicazione dei documenti già saldati, ancora da pagare o pagati parzialmente e distinti per provincia;
  • controllare i singoli importi da corrispondere, verificando anche la loro natura, cioè quelli dovuti a titolo di tributo e di contributo, le sanzioni e le altre spese;
  • effettuare una simulazione per ciascun documento e verificare in questo modo quale sarebbe l’importo dovuto senza accedere alla definizione agevolata e quale con la rottamazione;
  • scegliere i documenti per i quali avvalersi della rottamazione e il tipo di pagamento, se in un’unica soluzione o se rateizzato in 5 rate al massimo;
  • presentare la domanda di rottamazione.

In questo modo il contribuente può conoscere in anticipo l’importo complessivo del debito da pagare e può valutare se la scelta di avvalersi della rottamazione è conveniente e sostenibile.

Come si accede a Contotax?

Ciascun contribuente può accedere autonomamente al servizio Contotax dal sito di Equitalia, accedendo dalla propria area riservata alla pagina “Definizione agevolata”.
Ricordiamo che per l’accesso all’area riservata sono necessarie le credenziali personali che si possono ottenere in uno dei seguenti modi:

  • Spid, sistema pubblico di identità digitale;
  • Fisconline, direttamente dall’Agenzia delle Entrate;
  • Inps, attraverso il codice fiscale e il pin dispositivo;
  • Smart card.

Quali le altre novità in arrivo?

Dalle ultime indiscrezioni, sono previste altre novità per la rottamazione delle cartelle. Il ministro dell’Economia, Padoan, ha infatti annunciato nei giorni scorsi nell’assemblea del PD alla Camera l’introduzione di una manovra correttiva dei conti con misure più stringenti e probabilmente anche di una nuova rottamazione delle cartelle. Bisognerà attendere quindi le prossime settimane per le ulteriori novità.

Come presentare la richiesta di rottamazione?

Hai bisogno di aiuto per valutare la convenienza della rottamazione ed eventualmente presentarne istanza? Per ulteriori informazioni non esitare a contattarci compilando il form che trovi nella pagina Preventivi oppure lasciando un commento qui sotto.

 

Facebook Comments
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*